L’Associazione Sportiva Arcieri della Grande Quercia – Moak, affiliata ad ArcoUISP,  anche quest’anno partecipa alla manifestazione “Camminata dell’Arcobaleno” (XXI edizione) organizzata a Daverio nel weekend 12 e 13 settembre prossimo presso l’Oratorio per la raccolta fondi destinati ad Enti quali Il Comitato Maria Letizia Verga (per lo studio e la cura della leucemia del bambino) e Varese con Te (per l’assistenza domiciliare gratuita ai malati terminali di cancro).

arcieri della grande quercia tiro con l'arco bambinaL’intervento degli arcieri sarà per la sola giornata di domenica 13 settembre a partire dalla tarda mattinata e andrà avanti per tutto il pomeriggio. Saranno proposti giochi per bambini, mentre per i ragazzi e gli adulti sarà possibile cimentarsi nella divertente disciplina dell’Archery Combat, una sorta di duello in versione moderna (singolo o a squadre di due), coinvolgente, ricco di pathos e particolarmente apprezzato non solo dagli arcieri già formati ma anche da chi non ha mai scoccato frecce. È un’attività questa molto antica (oggi un gioco fortemente atavico, con finalità anche di carattere sociale ed educativo e per questo già richiesto in non pochi contesti scolastici e realtà di disagio) che non si basa solo sulla tecnica, ma anche e soprattutto sull’istinto inteso come elemento imprescindibile della natura umana, sull’astuzia e la strategia (ancor più se si partecipa a coppie), sull’attenzione e la costante e mutevole valutazione degli eventi. Attraverso l’Archery Combat, che diventa così momento di crescita e confronto personale oltre che sportivo, si può maggiormente intuire cosa sia il Tiro Dinamico, una delle tre specialità di ArcoUISP (insieme all’Outdoor e lo Storico), base della (documentata) arcieria tradizionale e del tirare storicamente con l’arco in modo corretto, concetto portante dell’affascinante filosofia alla base di ArcoUISP, oggi unica in Italia nel suo genere grazie ad una completa offerta didattica, culturale, sportiva e antropologica.

In questa giornata si avrà, quindi, modo di accostarsi anche solo per poco all’affascinante pratica arcieristica (potendo avere anche tutte le informazioni e delucidazioni sulle attività sportive e di formazione in programma), divertendosi e sostenendo l’importante fine della manifestazione: la solidarietà.

[email protected]