Nel “Monday Night” della 4a giornata la Openjobmetis affronta i campioni d’Italia del Banco di Sardegna Sassari. Dopo la sconfitta interna con Brindisi, la squadra guidata dal mitico Romeo Sacchetti arriva a Varese affamata di punti e con tanta voglia di riscatto per non lasciarsi sfuggire le parti nobili della classifica. Per continuare il ciclo vincente, anche quest’anno il Banco ha scelto di puntare sul mix di esplosività fisica, pericolosità offensiva ed esperienza partendo dalla permanenza di David Logan. La conferma della guardia di Chicago, con indubbie doti balistiche, sta dando i suoi frutti: 20,7 punti in 31’ con il 77% da 2, il 36% da 3 e 6.3 assist di media, cifre che lo incoronano come il miglior marcatore della Lega. Al suo fianco, un altro fromboliere come MarQuez Haynes, visto a Milano e Siena e al numero 2 nella classifica marcatori con 19.7 punti in 30’ tirando con oltre il 60% da 3. Nel reparto lunghi spiccano invece i nomi di Brenton Petway (6pt in 25’ e 4.4 rimbalzi) e Joe Alexander (12pt in 28’ e 6 rimbalzi), giocatori di caratura europea, ai quali si affianca Jarvis Varnado (8pt in 12’ e 3 rimbalzi), passato in NBA e soprannominato “Tornado” per le sue doti incredibili da stoppatore. Il nucleo di italiani è composto da certezze assolute: Lorenzo D’Ercole per pericolosità dall’arco; Matteo Formenti e Giacomo Devecchi per applicazione difensiva, Brian Sacchetti per “garra” agonistica e Denis Marconato per la sconfinata esperienza.
Due gli ex di serata amatissimi dal pubblico biancorosso: Rok Stipcevic (9pt in 20’ e 2.3 assist) a dare geometria al gioco sardo e Christian Eyenga (5pt in 26’ e 4.3 rimbalzi), sempre pronto a far tremare ferri e cristalli a suon di schiacciate.

David-Logan1Occhio a David Logan. Inizia la carriera professionistica in Italia, firmando nell’estate del 2005 per la Pallacanestro Pavia militante in Legadue. A dicembre, dopo aver segnato 205 punti in 12 incontri, si trasferisce in Israele dove gioca nel Ramat HaSharon. Al termine della stagione torna negli U.S.A. dove firma per i Fort Worth Flyers nella NBA D-League. Per i texani gioca solamente sette partite mettendo a referto 25 punti, 5 assist e 5 rimabalzi. Termina la stagione in Polonia nello Starogardzki militante nella PLK, segnando a referto 15,2 punti, 2,2 assist e 4,1 rimbalzi in 14 gare disputate. Per la stagione seguente firma, sempre in Polonia, ma con il Turów Zgorzelec con i quali, mette a referto 18,8 punti, 2,2 assist e 2,9 rimbalzi in 35 incontri di campionato, venendo nomminato MVP dello stesso, e 18,6 punti, 1,5 assist e 2,5 rimbalzi in Eurocup. Nelle due stagioni successive gioca nelle file del Prokom Gdynia (fino al 2009 denominata Prokom Sopot), sempre in Polonia, con la quale si aggiudica per due volte il campionato e arriva in finale di Coppa. Chiude l’avventura polacca con 17,8 punti, 4,1 assist e 3,0 rimbalzi in 76 partite di campionato e con 15,9 punti, 3,1 assist e 2,7 rimbalzi in 35 partite di Eurolega. Il 2 luglio 2010 firma per gli spagnoli del Saski Baskonia. Con i baschi chiude la stagione con 7,7 punti, 1,2 assist e 1,2 rimbalzi in 37 partie di Liga ACB e con 10 punti, 2,4 assist e 1,6 rimbalzi in Eurolega. Nell’agosto successivo firma un contratto annuale con il Panathinaikos col quale mette a referto 8,8 punti, 1,3 assist e 1,2 rimbalzi in 33 partite giocate in A1 Ethniki e 6,5 punti, 1,0 assist e 0,9 rimbalzi in Eurolega. Con la squadra greca si aggiudica la Coppa di Grecia e raggiunge le Final four di Eurolega. Nel luglio seguente firma per il Maccabi Tel Aviv. Al suo ritorno in terra di Israele vince la Coppa nazionale a cui si aggiungono 9,9 punti, 1,7 assist e 1,9 rimbalzi di A1 Ethniki in 34 partite, oltre a 10,6 punti, 1,2 assist e 2,3 rimbalzi in 27 match di Eurolega. Nell’estate del 2013 si trasferisce in Germania nell’Alba Berlino e anche qui conquista la Coppa nazionale, raggiunge la finale del campionato e i quarti di finale di Eurocup. Chiude l’avventuara tedesca con 12,7 punti, 2,5 assist e 2,7 rimbalzi in 42 incontri di campionato oltre a 13,7 punti, 2,5 assist e 2,0 rimbalzi nella seconda competizione europea. Il 5 luglio 2014 firma per la Dinamo Sassari tornando a giocare in Italia dove la sua carriera professionistica era iniziata. Nel febbraio 2015 è stato nominato MVP della Coppa Italia di quell’anno, vinta proprio dalla formazione sarda. Nella stagione 2014-15 è uno dei protagonisti più importanti con la Dinamo Sassari che vince Supercoppa Italiana, Coppa Italia e Scudetto.

[email protected]
(con la collaborazione di Riva e Gandini)

 

 

Davide Riva