Verso i raduni – Besnatese, 75 anni sempre in pole. Baratelli: “Tanta voglia di Promozione”

0
99

Anche la Besnatese ha inaugurato la stagione 2014/15, e lo ha fatto in grande stile, festeggiando la ricorrenza dei 75 anni di affiliazione alla F.I.G.C.
Un onore, ma anche un onere, da dover tenere sempre a mente, per non perdere il filo del discorso e per ricordare la storia che c’è dietro ad una società tanto gloriosa e rispettata.
besnatese presentaz sindaco Ed è lo stesso Sindaco Giovanni Corbo a manifestare tutta la riconoscenza verso una squadra simbolo di un intero paese: “La volontà di fare questa cerimonia è stata forte, proprio per dare modo alla Besnatese di prendere tutti i meriti che le spettano. Settantacinque anni non sono una banalità, questa società è un legame indissolubile che unisce il passato al presente, è un percorso importante per cui bisogna avere massima stima”. E sulla famiglia Pozzi dice: “Devo essere sincero, io con Rolando e Paolo ho sempre avuto un rapporto di odio/amore, ma se c’è una cosa che ammiro particolarmente in loro, è la passione con cui muovono questa realtà, e questo è uno dei motivi per cui l’amministrazione cercherà di stare il più vicino possibile alla squadra”.
Ed è stato proprio il Primo Cittadino a porgere nelle mani del Presidente Rolando Pozzi la targa di riconoscimento, primo dei tanti gesti dell’incontro che ha fatto scattare applausi e cori, come è nelle tradizione della tifoseria besnatese, anche oggi presente alla cerimonia.
Visibilmente emozionato, il presidente ha passato la parola a Paolo Pozzi , direttore sportivo: “La prima cosa che voglio dire è che se siamo qui oggi lo dobbiamo a loro, i nostri predecessori, che hanno costruito una base molto solida e che oggi ho voluto fortemente a quest’incontro, perché il minimo che io possa fare è ringraziarli pubblicamente”, ha esordito il ds indicando i membri delle dirigenze del passato, tra cui la famiglia Saporiti e Giorgio Pollice.
besnatese presentazione volantino“Il mio grazie va a loro – ha continuato Pozzi – a tutti i volontari, ai ragazzi che sono passati di qui e a quelli attualmente presenti, ai tifosi, a tutto lo staff: la Besnatese siete voi, e se possediamo la stessa matricola da 75 anni a questa parte, il merito è di tutti”.
Ed ecco il presente: una rosa competitiva per raggiungere quel traguardo che da due anni a questa parte sfuma nella finale playoff, lasciando non poco amaro in bocca. “Inutile nascondersi, vogliamo stare in alto, molto in alto, e fare il salto di categoria”, ha chiuso laconico il Direttore. Diversi cambiamenti, a partire dalla panchina: sarà infatti Fabrizio Baratelli il direttore d’orchestra. “Oggi realizzo un sogno: da quando ho iniziato il mio percorso ho sempre sperato di poter approdare in questa piazza, ed ora ci sono riuscito, non potrei essere più felice di così”, ha dichiarato con un filo d’emozione il tecnico. Rotto il ghiaccio ecco che non è mancata tutta la sua loquacità: “Lo voglio dire davanti a tutti che comunque andranno le cose, qualunque verdetto darà il campo, io sarò sempre riconoscente alla famiglia Pozzi perché mi sta dando un’opportunità unica ed irripetibile. Ora tocca a noi remare tutti nello stesso verso, per raggiungere quella meta chiamata Promozione. Io non mi nascondo e non dovete farlo nemmeno voi, a chiunque vi chieda il vostro obiettivo per questa stagione, dovete dare una sola risposta che è vincere il campionato. Lo vogliamo tutti e dobbiamo crederci, dobbiamo lavorare, rimanere con i piedi per terra, non voglio voli pindarici, voglio massimo impegno e massimo rispetto, io sono carichissimo e determinato, sono consapevole dei nostri mezzi e so che se lavoriamo sodo il sogno lo realizziamo sul serio”. Dal piazzale del comune s’innalzano i cori dei presenti, come a ribadire quanto il coach non potesse utilizzare parole più appropriate per riassumere i desideri di un intero paese.
Prima di passare alla presentazione vera e propria non sono mancati gli elogi, da parte del presidente, al settore giovanile, autore di grandissimi passi in avanti e portatore di numerose soddisfazioni, ed i complimenti della giunta comunale, presente in aula.
Spazio ai ragazzi: 7 gli acquisti che si inseriranno nel gruppo a partire da sabato 16 agosto, quando prenderà il via la preparazione. Fra i pali ecco Lorenzo Cardi, giovane ’95 in arrivo da Cassano, Marco Bidoglio, difensore classe ’90, arriva dai cugini arsaghesi, Alessandro Carnaghi, altro difensore esperto di 29 anni proveniente anche lui da Cassano, Filippo Arrighetti, terzino 21enne lo scorso anno indossava la maglia dell’Olgiate, Lorenzo Oldrini, classe ’95 in forza alla sestese, darà anche lui una mano al reparto arretrato, Davide Moia, classe ’94, s’inserisce a centrocampo, chiude il cerchio Andrea Gazzardi attaccante ’92, con un passato già a Besnate.
Se la partenza è stata fissata per sabato 16, per vedere all’opera i biancoblu bisognerà attendere il 21 agosto quando avrà luogo il match amichevole contro l’Union Villa Cassano, poi il 24 sarà tempo di Coppa Lombardia.
Una rosa all’altezza, un mister determinatissimo, tanto entusiasmo, voglia di fare, ed un sogno comune: non manca nulla per vivere una stagione da protagonisti assoluti.

Organigramma di società besnatese presentaz dirigenza
Presidente: Rolando Pozzi
Direttore Sportivo: Paolo Pozzi
Allenatore: Fabrizio Baratelli
Preparatore dei portieri: Alessandro Bassani
Fisioterapista: Emanuele Simonetta
Dirigente accompagnatore: Cesare Gaiazzi, Paolo Bordoni
Guardalinee: Ezio Bordoni

Rosa completa stagione 2014/15
Portieri: Stefano Bertagnoli, Lorenzo Cardi
Difensori: Stefano Bordoni, Guido Guglielmo, Matteo Stevanin, Marco Bidoglio, Alessandro Carnaghi, Filippo Arrighetti, Lorenzo Oldrini, Federico Maddalena
Centrocampisti: Davide Moia, Riccardo Colella, Andrea Randon, Andrea Buoso, Vittorio Santamarina, Riccardo Bianchi, Matteo Tapparo
Attaccanti: Gaetano Esposito, Andrea Gazzardi, Mattia Cinotti, Fabio Didonè, Denny Mastorgio, Salvatore Caimano

 

Mariella Lamonica