Seconda giornata di batterie e qualificazioni sul lago di Varese dove sono in corso i Mondiali Under 23 di canottaggio. Atleti e anche volontari si stanno dando un gran da fare. Dopo i risultati di ieri, stamattina si sono qualificati in finale Gravina, Di Seyssel, Oppo e Di Girolamo arrivando primi nel quattro senza otto femminilePL. In semifinale Evangelisti, Laino, Crippa, Manzoli (1°) nel 4 di coppia; Gherzi-Forcellini (2°) nel doppio PL e Lodo e Vicino (1°) nel due senza.
Nella mattinata sono andati ai recuperi del pomeriggio sia l’ otto femminile (foto a lato) con a bordo Ilaria Broggini e Veronica Calabrese della Canottieri Gavirate, che il quattro con (foto in alto) di Fabio Vigliarolo, altro varesino impegnato, ma mentre la prima barca farà le finali B, il quattro con può lottare per una medaglia. Ai recuperi di questa specialità l’Italia è terza e dunque in finale. Come è andata la gara? L’Italia è terza fino a metà gara con Francia e Nuova Zelanda praticamente sulla stessa linea. Ne passano quattro e a fare l’andatura sono gli USA seguiti dalla Germania, ma a 1500 metri è la Nuova Zelanda a passare in vantaggio ai danni della barca statunitense mentre l’Italia mantiene la terza posizione. Finale travolgente con gli all black che vincono con una barca di vantaggio seguiti dagli USA e con l’Italia che rintuzza l’attacco di Francia e Germania con quest’ultima che cerca disperatamente di entrare in finale ma senza successo.

Negli altri recuperi del pomeriggio, in finale A Arcangiolini-Marzari (2°) nel due senza donne e Pagani, Vigliarolo, Cuomo, Rocchi, tim. Crippa (3°) nel 4 con.
Ai quarti Federico Garibaldi (1°) nel singolo. In finale B Serafini, Gobbi, Bellati, Ondoli (4°) nel 4 di coppia donne e Fossi, Bergamasco, Nencini, Mapelli (5°) nel 4 senza donne. Nella gara per l’assegnazione delle corsie del 4 di coppia PL, 1° posto per Ghidini, Matteo Mulas, Margheri, Buoli.

 

[email protected]