VARESE – Il Varese paga a caro prezzo una disattenzione su calcio d’angolo, da cui nasce il bel gol di Defendi che decide la partita. Per i padroni di casa è una gara sfortunata dal punto di vista degli infortuni: si fa male alla caviglia Oduamadi al 30′ che viene sostituito da Neto. La partita del brasiliano dura però solo 15′. Anche Zecchin lascia il campo dolorante a causa di una botta alla schiena e nei minuti finali Calil e Di Roberto restano in campo zoppicanti.
Nella formazione biancorossa rientrano Trevisan, dopo l’infortunio al ginocchio, e Blasi, dopo la squalifica. Neto Pereira, non al meglio, parte dalla panchina; al suo posto Calil a supporto di Pavoletti.
Il Bari risponde con il 4-3-3 e tanti tifosi sugli spalti. In attacco, mister Alberti schiera il tridente Galano, Joao e Lores Varela.
Alle 15 in punto l’arbitro dà il via alla gara, a Masnago fa il suo esordio il cronomentro, bianco su sfondo rosso, piazzato alla sinistra della porta sotto la curva ospite.
Momento di apprensione per Oduamadi al 28′ che abbandona il campo zoppicando. Al suo posto entra Neto Pereira.
Bressan al 41′ para in angolo la conclusione dal limite di Galano. Il Bari si conquista un altro corner e passa in vantaggio: crossa Galano dalla bandierina e Defendi, appostato sul secondo palo, insacca con il pallone che scheggia la traversa prima di entrare in porta.
La ripresa inizia con un altro cambio tra le fila del Varese: entra Damonte ed esce Neto Pereira non in condizione. Il modulo dei padroni di casa diventa un 4-2-3-1 con Damonte e Blasi in mediana e Di Roberto, Zecchin, Calil alle spalle di Pavoletti. All’8′ Sottili si gioca il terzo e ultimo cambio: entra Bjelanovic, esce Zecchin.
Parata in tuffo in angolo di Bressan sul missile in ribattuta da lontanno di Defendi (12′).
A corner battuto, il portiere biancorosso compie un vero e proprio miracolo su un colpo di testa in mischia, da pochi passi dalla porta, respinto sulla linea.
Al 18′ Bari ancora pericoloso su calcio d’angolo: palla spizzata, sbuca Defendi che colpisce al volo spedendo sull’esterno della rete. Al 23′ Trevisan di testa, schiaccia il pallone, che finisce fuori.
Calil zoppica vistosamente, ma stringe i denti e rimane in campo. L’azione più bella della partita il Varese la trova nei minuti di recupero: Bjelanovic serve Pavoletti che dà un buon pallone a Di Roberto, il suo tiro però è stato bloccato in presa bassa del portiere. Finisce 1-0 per i Galletti.

LE PAGELLE
LA SALA STAMPA

IL TABELLINO
Varese-Bari 0-1
Varese 4-4-2: Bressan; Fiamozzi, Ely, Trevisan, Corti; Di Roberto, Zecchin (dall’8′ st Bjelanovic), Blasi, Oduamadi (dal 30′ st Neto Pereira, dal 1′ st Damonte); Calil, Pavoletti. A disposizione: Bastianoni, Tremolada, Forte, Barberis, Spendlhofer, Ricci. Allenatore: Sottili.
Bari 4-3-3: Guarna; Sabelli (dal 34′ st Zanon), Ceppitelli, Samnick, Calderoni; Defendi Romizi (dal 9′ st Fossati), Sciaudone; Galano (dal 28′ st Beltrame), Joao, Lores Varela. A disposizione: Pena, Polenta, Cani, Lugo, Vosnakidis, Santeramo. Allenatore: Alberti.
Arbitro: Fabio Maresca di Napoli.
Marcatori: p.t.: 43′ Defendi (B).
Note – Spettatori 3.608 (2187 abbonati, 1421 paganti), incasso totale 25.706,81 euro. Ammoniti: Trevisan, Bjelanovic, Fossati.  Angoli: 3-3.

Programma 13^ giornata (12/04 ore 15)
Cesena-Spezia 0-2 (giocata ieri)
Avellino-Brescia 0-1
Crotone-Carpi 0-0
Empoli-Ternana 1-0
Latina-Novara 4-1
Modena-Juve Stabia 4-2
Pescara-Cittadella 1-1
Siena-Lanciano 1-0
Trapani-Palermo 0-1
Varese-Bari 0-1
Padova-Reggina (13/04 ore 12.30)

 CLASSIFICA p.ti G V N P
Palermo 69 34 20 9 5
Empoli 56 34 15 11 8
Latina 54 34 14 12 8
Cesena  (*) 52 34 13 14 7
Crotone 52 34 14 10 10
Siena  (*) 51 34 15 14 5
Trapani 49 34 12 13 9
Modena 48 34 12 12 10
Avellino 48 34 12 12 10
Spezia 48 34 12 12 10
Virtus Lanciano 48 34 13 9 12
Brescia 46 34 11 13 10
Bari  (*) 46 34 13 10 11
Pescara 46 34 12 10 12
Carpi 44 34 12 8 14
Varese 43 34 11 10 13
Ternana 41 34 9 14 11
Novara 36 34 8 12 14
Cittadella 33 34 7 12 15
Padova 31 33 7 10 16
Reggina 27 33 6 9 18
Juve Stabia 16 34 2 10 22