El segna sempre lu” (tradotto “segna sempre lui”) cantavano a Maurizio Ganz, attaccante purosangue, fra le altre, di Inter e Milan, ed attuale tecnico della Primavera del Varese: ma la stessa frase è riecheggiata in quel di Gazzada Schianno anche sabato scorso, poco dopo le 16, quando la nostra collega Laura Paganini, nonché centrocampista storico della squadra femminile delle Gazze, ha siglato la doppietta decisiva che ha consegnato il titolo provinciale di serie A del Csi femminile, a lei e alle sue compagne. gazzada festa
Entrata ad un quarto d’ora dal termine nello scontro al vertice con il Redentore (squadra di Legnano seconda forza del campionato) sul risultato di 2 a 1, si è impadronita da subito della fascia sinistra, muovendosi molto e spingendo sull’acceleratore.
Non si è fatta pregare e nel giro di pochi minuti, con un sinistro da posizione defilata, ha mandato il pallone sotto la traversa arrotondando subito il risultato.
Redentore non ha però mollato il colpo e si è rifatta sotto portandosi sul 3 a 2, ma proprio quando la partita sembrava essere in bilico, Bomber Paganini ha spento tutti i sogni di gloria delle avversarie, e mandato in visibilio la tifoseria di casa con un piattone destro da rapace d’area, chiudendo i conti sul 4 a 2.laura paganini singola
Al triplice fischio si è scatenata la festa: dopo aver dominato in lungo e largo tutta la stagione, con ancora una giornata da giocare, Gazzada si è aggiudicata il titolo di Campione Provinciale del Csi femminile, volando così alla fase regionale.
All’unanimità tifosi e compagne hanno esclamato al termine: “Laura è stata grandiosa, quando gioca lascia sempre il segno”.
Ora la domanda è solo una: riuscirà la nostra centrocampista/collega a piazzare la zampata vincente anche nelle finali regionali? Ai posteri l’ardua sentenza, per adesso Paganini e compagne si godono un successo meritato.

[email protected]