Iseo, Parma e Francoforte: sono queste le tre gare alle quali hanno partecipato nel weekend numerosi atleti dell’Oxygen Triathlon.
A Iseo, erano ben 1300 gli iscritti alla prova di triathlon olimpico che si sono sfidati in una giornata via via sempre più calda e afosa. La gara, molto dura, vede i partecipanti avere qualche problema nell’uscita dalla prima frazione, quella di nuoto. Il percorso in bicicletta comprende 20 km di tracciato ondulato seguiti da una prima salita di 7 km, una breve discesa ed una seconda salita di 3 km per un dislivello totale di 1000 metri. Ad Iseo c’è la zona di cambio e ha inizio l’ultimo tratto di corsa. Al traguardo, a classificarsi al primo posto tra gli Ossigenati è Isacco Andrenucci che chiude la gara in 2:19:12. Alle sue spalle Davide Campiotti e il tedesco Erik Wolfart. Tra le donne a brillare è Silvia Stingele seguita da Valentina Crugnola.
Allo sprint campus di Parma, che ha visto gli iscritti nuotare in piscina, hanno partecipato 3 Ossigenati. Primo del gruppo Norberto Broggini che esce dall’acqua sotto i 10? e chiude la sua gara in 56?. Buona la prova di Massimiliano Magro e grandissimo Giorgio Vanerio che spinge fino alla fine e chiude in 1:21.
Infine, a Francoforte si distingue Gabriele Franzini, impegnato nell’Ironman. Dopo un ottimo nuoto ed un avvio altrettanto buono in bici, Franzini buca a metà del primo giro e rompe due raggi della ruota posteriore. Al momento della corsa le gambe sono veramente affaticate e l’atleta dell’Oxygen riesce comunque ad alternare la corsa alla camminata. Franzini, inoltre, soffre di nausee continue a causa di un antidolorifico preso per un dolore muscolare. Nonostante ciò, chiude da campione in 12h16′.

[email protected]