Campiotti Vanini Vanerio

Ancora weekend di podi per l’Oxygen Triathlon di Ispra, squadra giovane che dopo appena 4 anni dalla sua creazione ha raggiunto il 3° posto nel rank nazionale nella passata stagione 2013. L’Oxygen conta 150 atleti di 15 nazionalità diverse, gente normale che vive con le proprie  famiglie nel territorio varesino, che si allena pur lavorando. All’interno dell’OXYGEN, infatti, non sono presenti professionisti, i così definiti Elite, che fanno dello sport la loro professione ma uomini e donne normali. Per questo quando si raggiungono i podi, in contesti internazionali importanti come quello di Bardolino o in staffette a Pettenasco con una staffetta in cui Giorgio Vanerio, un paratriatleta che si confronta con gli atleti normodotati e porta a casa il 4° risultato assoluto di nuoto o Elisa Strangers ex canottiera che nuota meglio degli uomini, tutto questo è un motivo di orgoglio.

A Bardolino, la gara internazionale di triathlon sulla distanza olimpica (1,5 km a nuoto, 40 km in bicicletta e 10 km di corsa) giunta alla 31^ edizione, nata praticamente insieme al triathlon, chiama a sé 1500 atleti. Sono due gli atleti che tengono alto l’onore dell’Oxygen Triathlon: la tedesca Silvia Stingele che si aggiudica il bronzo nella categoria M1, e Tony Duffy The Australian che vince nella categoria m4.
A Pettenasco nel triathlon sulla distanza media (1,9 km a nuoto, 90 km in bicicletta e 21 km di corsa), le due staffette dell’Oxygen possono vantare un secondo e un terzo posto assoluti oltre al primo nella staffetta mista uomini e donne. La prima staffetta è formata da Giorgio Vanerio al nuoto, Davide Campiotti alla bicicletta e Giovanni Vanini alla corsa. Giorgio, paratriatleta che in seguito ad un incidente del 2001 perde la gamba destra, nuota fortissimo facendo segnare il 4° tempo assoluto considerando anche la zona cambio dove arriva con le stampelle. Davide Campiotti riesce a fare il 3° tempo assoluto in bici ed è il grandissimo Giovanni Vanini a chiudere questa brillante staffetta con il miglior tempo assoluto nella mezza maratona dove impiega 1h e 9’. La seconda staffetta è formata dall’ex canottiera Elisa Strangers, dal greco George Vardulakis e dal comasco Dario Carrozzo. Elisa riesce a uscire dall’acqua seconda assoluta, George e Dario pedalano e corrono fortissimo e riescono a salire sul podio.

Ecco di seguito la cronaca delle staffette a cura di Giorgio Vanerio: 
Domenica 15 giugno piove sul nord e 6 ossigenati i predestinati al podio in missione si dirigono in quel di Pettenasco per difendere i colori delle bollicine! Elisa -George-Dario e il trio Gio’-Berni-Gio’ si trovano sotto una pioggerellina fine nel borgo di Pettenasco sul lago d’Orta  al via della duplice staffetta targata Oxygen. Morale alto, molto carichi tutti, e via dopo un controllo della zona ove si effettueranno i  cambi di chip muta e punzonatura con Eli che per riscaldarsi fa sposa tra zona cambio e auto in cerca di ciò che manca……..pochi minuti e tutti in riva al lago per la partenza dove  lo start per staffette e woman non si fa attendere ….in un attimo siamo alla prima boa, la seconda e’ già lì poi la terza  e alla fine del giro salto fuori chiedendo una mano per poter rientrare velocemente e compiere il secondo giro con un po’ di affanno arrivo mi lascio alla corsa per cambiare con Bernie che non vede l’ora di poter scaricare sull’asfalto tutti i suoi cavalli che si allontanano  a tutta  per le vie impervie del circuito. Dopo un oretta lo rivediamo sfrecciare in compagnia di Silvie Gio’ e Dario che già hanno acceso i motori e procedono al riscaldamento. Nel mentre sfreccia anche George che nel secondo giro e’ vittima di una scivolata ma senza grosse conseguenze. Ci spostiamo nella zona cambio verso 12,15 e puntuale arriva Berni che mette in mani sicure a Gio’ la seconda posizione nel team man mentre George sopraggiunge a poco sancisce con Dario la vittoria nella staffetta mista e terza assoluta classificata. Grande Gio’ che recupera nella mezza quasi 4 minuti ai vincenti.

[email protected]