Roberto Marcora (foto a lato) vince e convince, mantenendo vivo il sogno del titolo in casa. Dopo il 6-3 6-2 rifilato martedì a Riccardo Sinicropi, il 24enne bustocco ha raggiunto i quarti di finale del Trofeo Fba Mitsubishi Trofeo F.Busto Arsizio - Marcora Roberto (ITA)Autorex passando con un doppio 6-1 sul laziale Matteo Fago. Un giocatore dal tennis brillante e ricco di soluzioni, ma capace oggi di raccogliere appena due giochi al cospetto di uno straripante Marcora. Partito con le idee chiare, il secondo favorito del torneo ha subito allungato nel primo set, chiudendolo senza difficoltà. Più complicata, a dispetto dell’identico punteggio, la seconda frazione, lottata punto su punto ma finita comunque nelle mani del varesino, bravo a non distrarsi nei momenti importanti e cancellare tutte le occasioni concesse all’avversario. Dopo due vittorie agevoli, il cammino di Marcora nel Futures casalingo potrebbe complicarsi domani, quando sulla sua strada ci sarà Alberto Brizzi, a segno per 6-2 6-0 sul brasiliano Neis. Il bresciano ha avuto la meglio nell’unico precedente fra i due, nel 2013 a La Spezia, ma adesso Marcora è un giocatore tutto nuovo e saprà farsi trovare pronto. Quarti di finale raggiunti con il minimo sforzo anche per Stefano Travaglia, che ha approfittato del ritiro dello svizzero Lammer al termine del primo set, vinto per 6-2 sui campi coperti dell’Eco Sport di Samarate, dove, a causa dell’impraticabilità mattutina dei campi di Busto Arsizio, si sono giocati i primi quattro incontri. Per il numero uno del tabellone, prossima sfida contro il ceco Marek Michalicka, vincitore per 6-4 6-3 su Alessandro Petrone, incapace di andare oltre l’iniziale vantaggio di 4-1.

A Samarate anche il bel successo di Luca Vanni (foto in alto), vincitore su Andrea Basso al termine di un match giocato a ritmi elevatissimi. Il gigante aretino ha avuto la meglio grazie a due tie-break, aiutandosi con il servizio nei momenti decisivi. A pesare sulla prova di Basso ben nove palle break mancate nel primo set (cinque delle quali erano anche set-point) e un vantaggio di 4-2 non sfruttato nella seconda frazione. Se la vittoria di Vanni, già capace nel corso del 2014 di conquistare sei tornei Futures, non fa più notizia, sorprende invece la prova del regolarista romano Giulio Torroni, capace di eliminare la terza testa di serie Yannik Reuter, numero 285 del ranking mondiale. Fuori un belga, per Torroni ce ne sarà un altro: si tratta di Arthur De Greef, che l’ha spuntata con un doppio 6-4 su Filippo Leonardi. Completa l’elenco dei quartofinalisti il potente austriaco Maximilian Neuchrist, vincitore in due set su Davide Pontoglio.

Domani, tempo permettendo, sia i quarti di finale sia le semifinali. Il via è fissato per le 11.30, su due campi. Nel pomeriggio le semifinali e la finale del doppio. L’ingresso alla struttura di via Torino 7 (Castellanza) sarà gratuito per l’intera durata della manifestazione.

RISULTATI – Singolare. Ottavi di finale: Travaglia b. Lammer (Sui) 6-2 ritiro, Michalicka (Cze) b. Petrone 6-4 6-3, Vanni b. Basso 7-6 7-6, Neuchrist (Aut) b. Pontoglio 6-0 6-4, Marcora b. Fago 6-1 6-1, Brizzi b. Neis (Bra) 6-2 6-0, Torroni b. Reuter (Bel) 6-4 6-3, De Greef (Bel) b. Leonardi 6-4 6-4. Doppio. Semifinali: Bangoura/Dutra Da Silva (Usa/Bra) b. Lammer/Neuchrist  (Sui/Aut) rit., Neis/Sakamoto (Bra)-Michalicka/Volante (Ita/Cze) in corso.

[email protected]
(foto di Francesco Panunzio)