Mancano ormai soltanto due giorni all’inizio dei Mondiali di calcio in Brasile, seguili su VareseSport.com. Ogni giorno vi terremo informati sui risultati e sulle curiosità di tutte le partite in programma, aggiornando le classifiche degli otto gironi nell’apposita area che abbiamo creato.

 

Sono 32 le nazionali che hanno già raggiunto il Brasile e che tra giovedì 12 e martedì 17 giugno esordiranno al campionato del mondo. La prima a scendere in campo è la squadra di casa che, dopo la cerimonia di apertura, alle ore 22 di giovedì affronterà a San Paolo la Croazia. Nessun dubbio che Neymar e compagni vogliano iniziare con il piede giusto l’avventura e coronare il percorso alzando per la sesta volta la coppa d’oro massiccio del peso di 6 kg e ideata nel 1971 dallo scultore Silvio Gazzaniga di Paderno Dugnano.

Sabato 14 giugno alle ore 24 sarà la volta dell’Italia di Prandelli inserita nel gruppo D: sfida complicata quella del debutto contro l’Inghilterra di Rooney. Gli azzurri, reduci da tanti pareggi di fila, nell’ultima amichevole hanno superato il Fluminense per 5-3 e si è messa in luce la giovane coppia gol Immobile-Insigne. Saranno loro le sorprese dell’Italia magari insieme a Parolo, centrocampista gallaratese in forza al Parma? Dopo l’Inghilterra, venerdì 20 giugno alle ore 18 l’Italia se la vedrà contro il Costarica di mister Jorge Luis Pinto che ha perso per infortunio l’attaccante Saborio, stella della squadra. Infine, sempre alle ore 18 ma di martedì 24 giugno, gli azzurri si troveranno di fronte l’Uruguay delle tante conoscenze del nostro campionato come Caceres, Cavani, Gargano, Forlan e Ramirez; da non dimenticare anche Suarez, giocatore del Liverpool sulla via del recupero dall’operazione al menisco di fine maggio.

Oltre al Brasile, da tenere in grande considerazione per la vittoria finale anche l’Argentina (esordio contro la Bosnia di Dzeko e Pjanic alle ore 24 di domenica 15) che sogna un trionfo in casa degli acerrimi rivali verdeoro, la Spagna dei tanti campioni che pregusta una doppietta riuscita prima solo all’Italia (1934-1938) e al Brasile (1958-1962) e la Germania che, alla prima, incrocia subito il Portogallo di Cristiano Ronaldo (lunedì 16 giugno ore 18). Se queste sono le compagini favorite, occhio anche alle outsider quali l’Italia, la Francia (pur avendo perso Ribery negli ultimi giorni, può contare su Benzema e Pogba tra gli altri), l’Olanda di Van Gaal, il giovane Belgio, il già citato Portogallo e il Giappone di Zaccheroni. Come da tradizione, un’africana farà strada: in questa edizione sarà il Camerun di Eto’o, la Costa d’Avorio di Tourè e Drogba, la Nigeria (Oduamadi del Varese non è stato convocato) o forse il Ghana di Boateng?
Tutti incollati alla tv allora per la manifestazione sportiva che gli amanti del calcio attendono da quattro anni. Chi alzerà la Coppa a Rio de Janeiro domenica 13 luglio?

CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICHE

[email protected]