“L’avversario più difficile da incontrare in questo momento”. Così Stefano Sottili ha definito il Bari che domani verrà a far visita ai biancorossi. Il fischio d’inizio al “Franco Ossola” è fissato alle 15. La sfida è importante per la classifica delle due squadre che puntano alla salvezza.
“Le possibilità di tornare nel lato sinisto della graduatoria ci sono – dice Sottili -, ma bisogna vincere le partita. Noi lo vogliamo fare un gradino una volta. Mettiamo un piede su un piolo alla volta.  Mi piacerebbe alzare l’obbiettivo, ma prima di farlo devo arrivare a cinquanta punti. Voglio allungare la striscia positiva”.
Sul Bari aggiunge: “Un avversario che merita il massimo rispetto. Nelle ultime sei gare solo il Palermo ha fatto più di loro. All’andata lo definii un diamante grezzo, adesso direi che brilla. Paradossalmente, portando i libri in tribunale ha ritrovato l’abbraccio della città e dei tifosi. Ha una carica emotiva in più che ha fatto tirare fuori le potenzialità della squadra. Peggior avversario non avremmo potuto trovare. Ha migliorato fraseggio e possesso palla, ha una grandissima gamba con due grandi terzini e ha la genialità di un giocatore come Galano, che in Puglia lo schiamano il Robben della Serie B”.
Sulla sponda Varese, il tecnico deve rinunciare agli squalificati Rea e Laverone e agli indisponibili Cristiano e Grillo. Ely, Neto e Trevisan sono tornati in gruppo e sono a disposizione, ma difficilmente il difensore veneto partirà titolare. C’è emergenza nel ruolo di terzino sinistro al quale dovrebbe adattarsi Corti. Nella rifinitura di questa mattina il tecnico ha provato Ely e Spendhlofer come coppia centrale. “Non ho ancora deciso – dice il mister -. In quel ruolo potrei adattare, oltre a Corti, anche Trevisan o Ricci”.
A centrocampo rientrerà Blasi che dovrebbe essere affiancato da Zecchin con Oduamadi e Di Roberto esterni. Non si esclude neanche l’ipotesi di vedere Damonte e Blasi in mezzo con Zecchin a destra e Oduamadi a sinistra. In avanti ballottaggio tra Neto e Calil, con il primo favorito, ma non al meglio, a supporto di Pavoletti.
Come il Bari, anche il Varese è in un buon momento, iniziato proprio con il ritorno in panchina di Sottili: “Mi auguravo un cambiamento, ma non me lo aspettavo così in fretta. I ragazzi sono stati bravi a cambiare il trend di approccio negativo alla partita. Prima le situazioni venivano subite”.
All’estero per lavoro, il presidente Laurenza sta caricando molto l’ambiente in vista della partita. “Benvengano l’entusiasmo e le pressioni positive – commenta Sottili -. Abbiamo migliorato la convinzione, non dobbiamo perdere la bava alla bocca, quella ci deve stare fino a fine stagione. Questo è il nostro credo. Presidente, noi e tifosi sentiamo molto la partita”.

Elisa Cascioli

CONVOCATI
Portieri: Bressan, Bastianoni.
Difensori: Ely, Fiamozzi, Trevisan, Spendlhofer, Ricci.
Centrocampisti: Damonte, Blasi, Corti, Di roberto, Barberis, Zecchin, Oduamadi.
Attaccanti: Calil, Neto Pereira, Bjelanovic, Pavoletti, Tremolada, Forte

NON CONVOCATI
Squalificati: Rea, Laverone.
Indisponibili: Cristiano, Falcone, Grillo.
Non convocati: Milan, Momenté.

Programma 13^ giornata (12/04 ore 15)
Cesena-Spezia (11/04 ore 20.30)
Avellino-Brescia
Crotone-Carpi
Empoli-Ternana
Latina-Novara
Modena-Juve Stabia
Pescara-Cittadella
Siena-Lanciano
Trapani-Palermo
Varese-Bari
Padova-Reggina (13/04 ore 12.30)

 CLASSIFICA p.ti G V N P
Palermo 66 33 19 9 5
Empoli 53 33 14 11 8
Cesena  (-1) 52 33 13 14 6
Crotone 51 33 14 9 10
Latina 51 33 13 12 8
Trapani 49 33 12 13 8
Siena  (-8) 48 33 14 14 5
Avellino 48 33 12 12 9
Virtus Lanciano 48 33 13 9 11
Modena 45 33 11 12 10
Pescara 45 33 12 9 12
Spezia 45 33 11 12 10
Bari  (-3) 43 33 12 10 11
Brescia 43 33 10 13 10
Varese 43 33 11 10 12
Carpi 43 33 12 7 14
Ternana 41 33 9 14 10
Novara 36 33 8 12 13
Cittadella 32 33 7 11 15
Padova 31 33 7 10 16
Reggina 27 33 6 9 18
Juve Stabia 16 33 2 10 21