Ivan Santaromita lotta coraggiosamente ma non c’è niente da fare: Vincenzo Nibali è il nuovo campione italiano 2014 e sfila al ciclista di Clivio la maglia tricolore conquistata l’anno scorso. Santaromita stringe i denti e sabato riesce a presentarsi al via alla prova in linea del Trofeo Melinda – Memorial Marco Brentari (220.5 km) nonostante i numerosi acciacchi che finora l’hanno limitato, condizionandone la stagione. Alla bandiera a scacchi sono 41 i secondi di distacco che il neo campione italiano infligge a Santaromita.
Fino a 10 km dal termine, il nostro Ivan è nel gruppo di testa composto anche da Nibali, Scarponi, Rabottini, Oss, Finetto, Puccio, Formolo, Pozzovivo, Visconti e Caruso; poi, però, a 2300 metri dall’arrivo, Rabottini prova lo scatto ed è subito raggiunto da Nibali e Fomolo che danno vita ad un appassionante finale. E’ negli ultimi 100 metri che si decide la sfida e ad avere la meglio è il siciliano che alza le braccia al cielo e si scioglie in un pianto liberatorio.
Tra gli altri varesotti, Mirko Tedeschi è stato autore di una buona prova, mentre Ivan Basso ed Eugenio Alafaci non hanno terminato la corsa. Il percorso, molto selettivo, ha infatti mietuto molte vittime tra cui anche loro: su 124 partenti, soltanto 49 sono gli arrivati.

[email protected]
(foto Bettini)