Il piatto non piange.
Simone Miele vede il bicchiere mezzo pieno nonostante il ritiro a cui è stato costretto durante la 38° edizione del Rally 1000 Miglia disputatosi sabato 28 marzo sulle strade bresciane. Partito con l’intenzione di approfondire la conoscenza della Citroen Xsara Wrc della D-Max Racing, il pilota 25enne ha accusato una doppia foratura nel corso della prova speciale numero 2 “Tremosine” che lo ha costretto a sostituire entrambi gli pneumatici di sinistra a bordo prova. Il tempo perso è stato molto alto ma Miele è riuscito a disputare le rimanenti speciali che lo separavano dal Parco Assistenza.
Intenzionato a percorrere il resto della gara per capire meglio la Xsara, Miele ha però dovuto arrendersi alla rottura del differenziale posteriore: il regolamento infatti, ne vieta la sostituzione e così il pilota della scuderia Top Rally ha concluso anticipatamente la sua gara.
“Va comunque bene così -ha affermato Miele- perché siamo riusciti a trarre comunque ottime considerazioni dalle prime speciali nonostante ci fosse già un problema all’ammortizzatore. Avevamo scelto di portare nel bagagliaio due ruote di scorta e ciò è stato provvidenziale nel momento in cui abbiamo tagliato entrambe le gomme: sulla ps2 ho stretto troppo una traiettoria strisciando contro uno spuntone di roccia. Ci siamo dovuti fermare in prova a sostituire entrambe le ruote e poi siamo riusciti a proseguire.”
Il ritiro non scoraggia Miele che prosegue: “sappiamo che questa per noi sarà una stagione interlocutoria utile a conoscere le strade di rally lunghi ed importanti; episodi simili ci possono stare: da domani penseremo già al Lanterna del mese prossimo.”

[email protected]
(foto di Alan Sardella)