Un debutto in R5 migliore di quello avvenuto al Rally Trofeo Aci Como era difficile da ipotizzare per il pilota varesino Giuseppe “Giò” Dipalma.
Insieme al navigatore “Cobra”, il pilota dell’ACI TEAM ITALIA ha sbaragliato la concorrenza con passaggi mozzafiato e, soprattutto, con tempi di rilievo risultando alla fine il migliore dopo le potenti World Rally Car grazie al settimo posto assoluto.
Dopo aver preso confidenza con il mezzo, una Ford Fiesta R5 curata nella factory di Villaguardia GCar Sport, il portabandiera della DPD Group ha messo le ali alla sua gara volando nelle zone nobili della classifica.
“Sono avvezzo alle turbo 4×4 visto il mio passato in N4 ma non credevo di trovarmi così bene fin da subito -racconta il pilota lombardo-. Sono rimasto molto impressionato dalla percorrenza in curva della Fiesta e dal formidabile assetto che le conferisce un grip notevole anche nei tratti veloci e più sconnessi”.
“Devo ringraziare la GCar Sport di Giorgio Molinaro per avermi affidato un mezzo davvero super che sarebbe bello utilizzare in gare su fondo sterrato, il mio preferito -ha continuato entusiasta Dipalma-. Devo sottolineare il perfetto set up derivato dall’utilizzo di gomme Pirelli che, seppure usate, mi hanno trasmesso la sicurezza giusta per forzare il ritmo”.

Ha dovuto abbandonare la corsa, invece, Andrea Spataro che, navigato da Valeria Curti, è stato spiacevole protagonista di un brutto incidente che, fortunatamente, non ha lasciato nessuna conseguenza.
“Volevo ringraziare tutte le persone che si sono preoccupate per le nostre condizioni -ha dichiarato il pilota sulla propria pagina Facebook-. E’ stata una gran botta ma abbiamo solo qualche livido qua e la; poteva andare molto peggio! Il tifo che ho trovato sulle ps, però, è stato a dir poco emozionante. Ora pensiamo a rimettere il casco il prima possibile”.

[email protected]