Non si arresta la crescita del Team Insubrika a livello nazionale: dopo l’”abbuffata” al femminile, anche il settore maschile torna a casa con al collo 4 medaglie, di cui due di metallo pesante. La classifica finale parla chiaro: un sesto posto tra gli Junior e un ottavo nella classifica generale, che sommato al terzo posto del settore femminile proietta il Team Insubrika Creval tra le primissime società d’Italia. Non male per un Progetto Tecnico nato soli 7 anni fa e che si trova a dover lottare costantemente con le difficoltà legate all’affitto di spazio acqua presso piscine non a gestione diretta (questo il caso delle sezioni di Gallarate, Busto e Caronno Pertusella).
Veniamo alle medaglie maschili: la sorpresa arriva dai due fantastici ori conquistati dal giovane Federico Poggio (in foto in alto) nei 100 e 200 rana Cat. Ragazzi. Classe 1998, allenato a Tortona da Manuel Piacenza, Federico ha  sbaragliato la concorrenza con dei tempi di assoluto spessore nazionale: 1.01.37 nei 100 e 2.14.95 nei 200, crono vicinissimi ai record di categoria di atleti del calibro di Andrea Toniato ed Edoardo Giorgetti (oggi al vertice della rana internazionale). L’argento (unico tra le 19 medaglie conquistate in queste intense 6 giornate di gare) è opera della staffetta 4×100 mista Ragazzi (in foto a destra): Luca Randi, Federico Poggio, Emanuele Brivio e Alessandro Arbasino hanno sorpreso gli avversari con una prestazione maiuscola, che li ha portati direttamente alle spalle della fortissima RN Torino. La medaglia di bronzo è invece arrivata da Emanuele Brivio. L’atleta di coach Piero Ragazzi (Stadium Besozzo) ha vinto un bellissimo bronzo nei 400 misti Ragazzi 98, con 4.28.76.
A parte i podi, diverse le prestazioni di rilievo anche sul fronte maschile, tra tutte il quarto posto di Emanuele Gemmellaro nei 50 rana Junior 97 (29.24), a soli 5 centesimi dalla medaglia di bronzo, e di Samuele Botter nei combattutissimi 100 delfino Junior 96. Ottimo anche il quinto posto di Lorenzo Mutti nei 1500 sl Junior 96 (15.43.64), il sesto posto della  staffetta 4×100 stile Junior (Dal Bo’, Toniolo, Marelli, Botter), e i due settimi posti rispettivamente di Samuele Botter nei 50 delfino Junior 96 e di  Matteo Zaccarin nei 400 misti Cadetti (4.21.9).

[email protected]