Playoff Prima Categoria – Passo Promozione del Busto 81 che vince a Besnate

0
13

BESNATE -Il Busto 81 (foto a destra) espugna il campo della Besnatese e compie un passo importante verso la Promozione. Alla squadra, vittoriosa domenica scorsa contro il Gorla Maggiore, serviva una vittoria che puntualmente è arrivata. La gara dei padroni di casa è stata pesantemente condizionata da un’espulsione. La Besnatese (foto a sinistra) le ha provate tutte nel finale, ma non è riuscita ad ottenere il pari: è finita 3-2 per i bustocchi.

IMG-20140525-WA0009In una cornice di pubblico davvero di quelle riservate alle grandi occasioni, arriva puntualissimo il fischio d’inizio del direttore Berti che dà il via all’ultimo atto della stagione di Prima Categoria. Passano giusto tre minuti e il Busto 81 sblocca il risultato con una prodezza di Fumarolo che riceve al limite dei sedici metri e beffa Bertagnoli in uscita con un delizioso pallonetto. Non impeccabile la posizione del numero uno di casa, ma il gol del numero otto è un’autentica perla.

Dopo qualche minuto di stallo prova a scuotersi Besnate: sembra indemoniato Didonè dalla destra che dopo un batti e ribatti prova ad inquadrare la porta con un destro – missile, palla a lato di un soffio ma deviata dalla difesa bustocca.
Al 15’ un’altra ghiotta occasione è sui piedi di Famulari che, riceve un cross dalla destra, e calcia di prima intenzione, ancora incerto Bertagnoli in uscita ma si salva con un miracolo a mano aperta, mandando in corner.

Tre minuti più tardi lodevole l’iniziativa di Cinotti che con una giocata eccellente Didonè, l’esterno a tu per tu non calcia ma salta Paroni, poi clamorosamente si allunga troppo la palla e non va a segno. Incredulità e disperazione fra i tifosi e la panchina. Al 20’ iniziativa di Randon dalla destra, il numero dieci biancoblù si accentra e cerca un sinistro a giro che però termina sul fondo.

L’asse Didonè – Cinotti stavolta s’inverte ed è il numero undici a servire il bomber di casa, che colpisce di testa dopo un bello stacco, ma il suo tiro viene ribattuto dalla retroguardia biancorossa. Al 29’ Didonè si fa perdonare per il gol mangiato e stavolta pareggia i conti: bravissimo ad anticipare Bianchini, poi ci crede e vince due rimpalli, infine infila l’estremo difensore ospite con un preciso diagonale.

IMG-20140525-WA0010Busto accusa il colpo, i padroni di casa ora sembrano ancora più vivi. Fumarolo vuole far colpo ancora una volta con il suo micidiale tocco morbido: al 39’ dopo aver rubato palla a centrocampo, scambia in velocità con Izzo, riceve sulla destra, si allarga e cerca l’incrocio sul secondo palo con un pallonetto, la sfera esce davvero di un soffio.

Quando il primo tempo sembra ormai volgere al termine, ecco però che arriva l’episodio che cambia la gara: Furlotti, già ammonito, si fa espellere per un ingenuo fallo di mano, da qui scaturisce una punizione per gli ospiti che concretizzano al meglio. Famulari calcia alla ricerca dell’incrocio, Bertagnoli si distende e respinge lateralmente, ci crede però Placchi che arriva per primo sul pallone e mette in mezzo per Caristina, che inspiegabilmente solo, non può fallire. 1 a 2 per il Busto 81. Gli uomini di Piana reclamano per una gomitata di Izzo su Italiano, ma l’arbitro non vuole sentire ragioni, e dopo un altro minuto di recupero, manda tutti negli spogliatoi.

Si ricomincia a ritmi ovviamente più blandi, è impensabile sostenere un secondo tempo sullo stesso livello del primo, inoltre la Besnatese in inferiorità numerica dovrà organizzare al meglio le forze. Nessun brivido nel primo quarto d’ora, con Colella e compagni che cercano di rifiatare, mentre gli ospiti provano a gestire il vantaggio.
Al 22’ il protagonista è Izzo che potrebbe virtualmente chiudere i conti con l’ennesimo pallone morbido, ma il suo tentativo attraversa tutta l’area e finisce a lato.
Al 24’ giunge la terza rete dopo un’azione confusa, in cui un cross dalla sinistra viene raddrizzato in porta da Raso, s’immola Budelli che respinge da terra di petto, ma l’accorrente Monaco fa la frittata, arrivando in corsa per anticipare ancora Raso, colpisce il pallone che carambola in porta.

La gara sembra ora destinata a chiudersi così, stanchezza e caldo iniziano ad avere la meglio, diversi i giocatori che accusano crampi. Piana tenta il tutto per tutto mandando in campo, nell’ordine, Mastorgio, Caimano e Tapparo, ma la rotta non sembra invertirsi fino a quando è lestissimo proprio il neoentrato Mastorgio ad approfittare di un erroraccio di Paroni, che incespica sulla palla e che va quindi a siglare il 2 a 3.

Mancano solo sette minuti, ora Besnate ci crede più che mai e getta il cuore oltre l’ostacolo. Chance per Budelli al 40’, ma il suo destro dalla distanza è troppo debole. Risponde Izzo con un tiro potentissimo ma alto. Occasioni anche per Caimano, ma il numero quattordici per due volte anziché andare alla conclusione si perde sul lato corto dell’area e prova a far filtrare un pallone che non passa. Nei minuti di recupero reclamano ancora i biancoblù per un presunto fallo di mano, ma il direttore di gara lascia correre. E dopo 5’ minuti di recupero arriva il triplice fischio.

I ragazzi di Piana cadono nello sconforto: onore a loro per aver lottato fino all’ultimo ed aver giocato 45’ minuti con uomo in meno. Festa grande per Busto, che ha fatto la sua partita e si prende la rivincita proprio nel momento più importante. Ora manca ancora un turno di playoff, poi si faranno i calcoli per salire in Promozione.

Raggiante Crucitti al termine: “Abbiamo fatto la partita che volevamo fare, li abbiamo colpiti nei loro punti deboli e siamo stati attenti soprattutto ai loro laterali, che sono davvero ottimi e che potevano metterci in difficoltà soprattutto nei tagli. E’ stata una battaglia fino alla fine, i miei complimenti a loro perché sono un’ottima squadra e ci hanno messo in difficoltà anche con l’uomo in meno, basti guardare l’ultimo gol. Certo l’espulsione ci ha agevolato ma anche in undici contro undici abbiamo fatto la partita. Sono felice per il risultato ma sappiamo che ancora non abbiamo ottenuto nulla: saremo strafelici se dovessimo vincere anche il terzo turno”.

Affranto, invece, mister Piana: “Cosa dire, è il secondo anno che ci va male. Sicuramente credo che l’arbitraggio non sia stato all’altezza e possiamo recriminare soprattutto sul secondo gol, quando hanno segnato con un nostro uomo a terra per un colpo in testa. Sono convinto che in undici contro undici avremmo fatto un’altra gara e probabilmente avremmo vinto noi. Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi, ci hanno creduto ed hanno perseverato fino alla fine”.

 IL TABELLINO
Besnatese – Busto 8n12-3 (1-2)
Besnatese:
Bertagnoli, Furlotti, Monaco (24’ st Caimano), Colella, Stevanin, Budelli, Bianchi, Italiano (33’ Tapparo), Cinotti, Randon, Didonè (20’ st Mastorgio). A disposizione: Nogarotto, Guglielmo, Bordoni, Esposito. Allenatore: Piana
Busto 81:Paroni, Oldrini, Caristina, Placchi, Bianchini, Oldani, Izzo, Fumarolo, Raso (40’ st Scerra) , Famulari (3’ st Saramin), Monticelli. A disposizione: Isufi, Borroni, Garavaglio, Rizzo, Belloli.Allenatore:Crucitti.
Arbitro:Berti di Pavia, Faraone, Licari di Monza.
Marcatori: 3’ Fumarolo (BU), 29’ Didonè (BE), 48’ Caristina (BU), 24’ st aut. Monaco (BE), 38’ st Mastorgio (BE).
Note: Giornata calda e soleggiata, terreno in buona condizioni, spettatori circa 700 Espulsi: Furlotti (BE) per doppia ammonizione; ammoniti:Placchi (BU), Colella (BE), Oldrini (BU), Tapparo (BE).

Mariella Lamonica