Si è ufficialmente chiusa la spiacevole vicenda sportiva che ha coinvolto la Pallacanestro Femminile Varese, esclusa nei mesi scorsi dai playoff vinti sul campo per una penalizzazione inflitta al Como per un’irregolarità, ma che in realtà ha colpito Varese escludendola di fatto dagli spareggi per la Serie A3.
Alla squadra di Lilli Ferri la decisione del giudice sportivo che ha applicato alla lettera il regolamento non è andata giù, ma anche il ricorso presentato ha avuto esito negativo. In seguito alla vicenza le ragazze hanno anche scritto una lettera al presidente del Coni, Giovanni Petrucci, che ha risposto così:

“Care ragazze,
ho letto con attenzione le Vostre righe, desidero innanzitutto complimentarmi con tutte Voi per l´impegno e la passione che avete dimostrato nel corso della corrente stagione sportiva, requisiti importanti che vi hanno permesso di essere protagoniste dei play-off.
Pur comprendendo il Vostro rammarico nell´apprendere la notizia del provvedimento emesso dal Giudice Sportivo Regionale, il ruolo istituzionale che rivesto non mi consente di entrare nel merito delle decisioni assunte dagli Organi di Giustizia.
Da uomo di sport mi sento di incoraggiarVi ad affrontare la prossima stagione sportiva con il medesimo entusiasmo che quest´anno ha comunuqe permesso a tutte Voi di avere grandi soddisgazioni sul campo.
L´ccasione mi è gradita per augurarVi i migliori successi sportivi ed inviarVi i miei più cordiali saluti”.
La squadra di Ferri ha risposto cogliendo l’invito: “Nel ringraziare il Presidente Petrucci per la cortese risposta ci prepariamo ad affrontare carichi e determinati il futuro”.