Quel canestro allo scadere del secondo quarto di Banks, annullato ingiustamente dalla terna arbitrale in occasione della gara della Cimberio contro Roma, è costato molto caro alla società di Piazza Montegrappa. E non solo in termini di risultato, con Varese che sarebbe rientrata nello spogliatoio con 5 punti di vantaggio anziché 2.
Le proteste del pubblico scaturite dall’annullamento della tripla del numero 9 varesino (che invece, come si evince dalle immagini riprese dalle telecamere di VareseSport Tv, era da convalidare) hanno portato, infatti, ad un’ammenda di 1000 euro nei confronti della Cimberio per offese collettive frequenti agli arbitri. Stessa identica sorte è toccata all’Enel Brindisi, mentre Reggio Emilia, Venezia, Montegranaro e Bologna, se la sono cavata con una multa di 500 euro per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri. Mentre Milano è stata ammonita per un guasto delle attrezzature obbligatorie (precision time), a Daniele Cinciarini, guardia della Sutor, è toccata la deplorazione per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri.

[email protected]