CEC_7965]La maratona remiera messa in campo dal Comitato Organizzatore del Campionato del Mondo Under 23 ha fatto registrare un’Italia battagliera, giovane e, soprattutto, generosa che ha vinto 7 medaglie iridate (2 oro, 3 argento, 2 bronzo). Ma oltre al successo dell’Italia remiera va dato merito al successo ottenuto dall’Organizzazione di Varese sia come campo di regata, oramai sdoganato a livello mondiale, e sia come Comitato Organizzatore. Un riconoscimento arrivato direttamente dal Presidente della FISA Jean-Cristophe Rolland il quale, nel discorso conclusivo pronunciato alla presenza del Governatore della Lombardia Roberto Maroni, ha ringraziato le Istituzioni locali, la Federazione Italiana Canottaggio e il Comitato Organizzatore, consegnando la Medaglia d’Onore della FISA al Presidente del COL Dario Galli (medaglia ritirata da Claudio Ceriani, dirigente della Provincia di Varese) e ai Volontari per il loro prezioso contributo (medaglia ritirata da Isabella e Roberto, due dei tanti volontari).

medagliatiPer quanto riguarda, invece, il medagliere l’Italia si attesta al terzo posto nella classifica per Nazione dietro a Stati Uniti, secondi con 3 medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo, e Nuova Zelanda, prima con 3 d’oro, 2 d’argento e 1 di bronzo rimanendo, però, la Nazione che ha vinto più medaglie (6 la Nuova Zelanda, 5 gli USA e 7 l’Italia). Alle tre medaglie vinte sabato, l’oro del quattro senza (Marco Di Costanzo-Fiamme Oro, Cesare Gabbia-SC Elpis, Giovanni Abagnale e Vincenzo Abbagnale -Marina Militare), e le due d’argento vinte nei pesi leggeri dal quattro di coppia femminile (Valentina Rodini-SC Bissolati, Giorgia Lo Bue, Serena Lo Bue-SC Palermo, Greta Masserano-Cus Torino) e maschile (Paolo Ghidini-CC Saturnia, Matteo Mulas-CLT Terni, Edoardo Margheri-Sisport Fiat, Edoardo Buoli-SC Eridanea), ieri se ne sono aggiunte altre quattro: un oro, un argento e due bronzi.

In finale sono arrivate altre quattro barche finaliste, che si sono ben comportate, hanno fatto registrare due quarti posti, doppio pesi leggeri di Federico Gherzi (SC Esperia) e Nicolò Forcellini (CC Saturnia), ai piedi del podio dietro a Germania, Olanda e Francia, e dal quattro di coppia di Tiziano Evangelisti (CC fontana maroniCivitavecchia), Andrea Crippa (SC Lecco), Alessandro Laino, (Fiamme Gialle) e Michele Manzoli (SC Baldesio) quarti dietro alla Svizzera, che ha confermato il titolo dello scorso anno, alla Norvegia, seconda, e alla Germania, terza. Quinto posto per l’otto maschile di Nicholas Brezzi (CC Saturnia), Andrea Guanziroli (SC Lario), Filippo Mondelli (SC Moltrasio), Matteo Borsini (SC Limite), Guglielmo Carcano (SC Moltrasio), Pietro Zileri Dal Verme (SC Firenze), Luca Lovisolo (RCC Cerea), Alessandro Mansutti, e Andrea Kiraz (CC Saturnia) al timone, e infine sesta posizione per il doppio femminile di Veronica Paccagnella (SC Elpis), Eleonora Denich (CN Nazario Sauro).
Il tutto sotto gli occhi di due tribune piene. In totale questo evento ha portato a Varese 4mila presenze alberghiere e solo ieri alla Schiranna si è registrato un transito di 12mila persone. 

I nostri articoli dedicati a:

VOLONTARI 
ORGANIZZATORI
ATLETI VARESINI
ELIA LUINI
LA SCHIRANNA
IL BILANCIO FINALE
GARE DI IERI
GARE DI VENERDì
GARE DI GIOVEDì
GARE DI MERCOLEDì
CERIMONIA D’APERTURA

[email protected]
(foto canottaggio.org)