Scatta domani il primo appuntamento importante della nuova stagione agonistica che avrà il suo clou a luglio con i Mondiali in vasca lunga di Kazan: si tratta dei Campionati del Mondo in vasca corta di Doha che si concluderanno domenica 7 dicembre. Tra gli atleti che l’Italia schiera (Pellegrini, Paltrinieri, Scozzoli, tra gli altri) ci sono anche due atleti del Team Insubrika accompagnati dal tecnico Gianni Leoni: Arianna Castiglioni, qualificatasi di diritto in virtù del fantastico bronzo conquistato lo scorso agosto agli Europei di Berlino, e Matteo Rivolta che, invece, ha afferrato l’ultimo posto disponibile proprio sul filo di lana, in occasione del Gran Premio d’Italia di Massarosa, svoltosi a metà novembre. Due percorsi diversi, un unico obiettivo, quello di continuare a crescere puntando dritti a Rio 2016.

Gli azzurri cercheranno di confermare quanto di buono si è visto a Berlino, ma senza troppi patemi e aspettative eccessive. Per Arianna Castiglioni, ancora una volta la più giovane della spedizione azzurra, sarà l’occasione giusta per provare a misurarsi con il resto del mondo, anche se, per le sue caratteristiche fisiche e tecniche, la vasca corta non è certo l’ideale. Unica ranista  azzurra in gara, scenderà in vasca nei 50 e 100 rana e certamente nella staffetta 4×100 mista. Per Matteo Rivolta, 50, 100 delfino e staffetta 4×100 mista e poi dipenderà dal suo stato di forma: per la prima volta, infatti, saranno ben 12 le staffette in gara, con la novità delle 4×50 miste e a stile libero e può essere che, se tutto va bene, l’alfiere nero-argento trovi posto anche qui.

Diverso il percorso di avvicinamento dei atleti del Team Insubrika a questo appuntamento. Arianna, già qualificata, ha iniziato la preparazione con molta calma e serenità e arriva a Doha con un bagaglio di esperienze molto maggiore rispetto solo a pochi mesi fa e tanta consapevolezza in più nei propri mezzi. Matteo, reduce da una stagione difficile dopo i fasti di fine anno (4 record italiani in 4 settimane nei 100 delfino!), cerca il rilancio ma sposta i suoi obiettivi un po’ più avanti. Ha iniziato a lavorare ai primi di ottobre, sta cambiando la propria nuotata per renderla più efficace e sa che c’è ancora molto lavoro da fare. Ma in allenamento va forte da far paura e se riuscirà a mantenere i nervi saldi potrà regalarci nuove sorprese.
Il più tranquillo di tutti è coach Gianni Leoni: di ritorno da Chianciano e dal riconoscimento attribuitogli dagli addetti ai lavori (era uno dei tre finalisti al Premio per il Miglior Allenatore dell’Anno, poi vinto da Stefano Morini) e superate le grandi difficoltà di inizio stagione, il direttore tecnico del Team Insubrika guarda al futuro con ottimismo: “Siamo sulla strada giusta. Arianna è cresciuta molto e non solo tecnicamente, mentre Matteo è ripartito con tanta voglia e determinazione. Quello che serve per affrontare la stagione come si deve!”. Dove arriveranno a Doha? “Difficile dirlo. Il parco partenti è importante e la vasca corta non si addice alle caratteristiche né di Arianna né di Matteo. Ma la gara è gara e può succedere di tutto. Come sempre, penseremo ad una cosa per volta, partendo dalle batterie e cercando di fare bene fin da subito. Il resto verrà da sé…”.

 

Questo il programma di domani, con Castiglioni e Rivolta subito protagonisti:
200 stile libero Uomini
50 rana Donne
100 dorso Uomini
200 delfino Donne
100 rana Uomini
100 dorso Donne
100 delfino Uomini
400 misti Donne
4×100 stile libero Uomini
4×200 stile libero Donne

I Mondiali verranno trasmessi in diretta da Rai Sport (domani batterie a partire dalle 8:25 su Rai Sport 1 e finali a partire dalle 16:55 su Rai Sport 2).

[email protected]