Altra giornata di lavoro, quella di oggi, per la Unendo Yamamay che dopo la consueta seduta mattutina di pesi, si ritroverà anche nel pomeriggio nel palazzetto bustocco per un allenamento tecnico. Tra le due sessioni, le ricettrici sono state impegnate anche in una serie di esercizi specifici di difesa per potenziare i riflessi e la precisione nel fondamentale.
Marcon, però, è ancora alle prese con il dolore alla schiena che l’aveva costretta ad arrendersi dopo poco dall’inizio del terzo set sabato sera. La diagnosi dello staff medico della formazione biancorossa parla di una lombalgia che è al momento trattata secondo le cure del caso. Alla capitana la schiena fa ancora male e non è sicura la sua presenza in campo domenica sera al Pala Panini di Modena; giocatrice, Parisi e i medici della società decideranno soltanto all’ultimo il suo impiego. L’importanza di Marcon nel gioco della Unendo Yamamay si è palesata nettamente sabato sera contro Urbino: una volta uscita lei, sono saltati gli equilibri in ricezione e la squadra ha accusato più di qualche problema. La consolidata difesa a due Marcon-Leonardi è stata obbligatoriamente rimpiazzata infatti con quella a tre che prevede Leonardi al centro; questo cambio di modulo è stato “digerito” nel corso del terzo set e si è assestato definitivamente nel quarto quando la ricezione è migliorata e di conseguenza anche il livello in regia di Wolosz e quello in attacco. Bianchini ha cominciato ad ingranare e soprattutto hanno dato il meglio di sé Buijs e Ortolani, premiata alla fine della partita come MVP del match.
L’obiettivo delle Farfalle è quello di prolungare contro la Liu Jo Modena la striscia positiva che ora conta due successi consecutivi. In caso di vittoria la biancorosse opererebbero il sorpasso in classifica sulle emiliane che hanno due punti di vantaggio e che al momento non stanno attraversando un buon momento quanto a risultati e prestazioni. Nel pesante ko per 3-0 di domenica scorsa a Frosinone, Modena ha perso per infortunio anche Paola Cardullo, il libero titolare che è stata vittima, in uno scontro fortuito con Francesca Piccinini, della rottura del legamento crociato del ginocchio. Un’altra tegola, dunque, in casa Modena dopo quella analoga di Lucia Crisanti.
Rispetto alla gara contro le laziali, però, coach Chiappafreddo conta di recuperare Heyrman e Fabris che erano alle prese rispettivamente con il mal di schiena e la tonsillite. Unendo Yamamay Busto Arsizio e Liu Jo Modena, dunque, dovranno affrontare qualche defezione proprio come è successo nella sfida di andata pochi giorni prima di Natale; allora Busto e Modena sono state costrette a rinunciare a Wolosz, a Rousseaux e a Heyrman, impegnate con Polonia e Belgio nella qualificazione ai Mondiali in Italia.
Nel frattempo, gli Amici delle Farfalle hanno organizzato due pullman per seguire la squadra domenica al Pala Panini di Modena: per informazioni e prenotazioni scrivere a [email protected] o contattare 345/0129513 oppure 339/3860706.

Laura Paganini
(foto Stefano Sacchetti http://www.volleybusto.com/)