Che la Cimberio riservi un particolare sguardo rivolto ai bambini lo si sapeva già di diverso tempo.
Ieri, in occasione della sconfitta contro Sassari, è proseguito il progetto “Io tifo col cuore”, la scuola di tifo educativo della Pallacanestro Cimberio Varese rivolto ai più piccoli che ha come obiettivo quello di insegnare il tifo positivo e di mettere in risalto la sua dimensione ludica. Il laboratorio creativo realizzato in collaborazione con Il Ponte del Sorriso Onlus ha realizzato dei simpatici supporti per il tifo che i ragazzi del Minibasket Venegono hanno portato in campo prima dell’inizio della partita accompagnando i giocatori della Cimberio alla presentazione delle squadre.
Rimanendo in tema, invece, questa mattina, nell’ambito del progetto “Basket: una scuola di vita”, Dusan Sakota e Carlo Marinello hanno incontrato i ragazzi del Liceo Scientifico “Arturo Tosi” di Busto Arsizio
Durante l’incontro si è parlato di “Basket: un’opportunità per tutti”, un argomento che ha messo in contatto il mondo del professionismo e quello dello sport per disabili. Tante domande e curiosità per i due biancorossi che hanno saputo rispondere con ironia e professionalità ai più disparati quesiti proposti dagli alunni di Busto che hanno partecipato all’incontro.
La terza tappa di “Basket: una scuola di vita” si è poi conclusa con la tradizionale foto di gruppo e il momento dedicato agli autografi. Il prossimo appuntamento è in programma lunedì 10 marzo alla scuola secondaria di primo grado “Nuccio Casula” di Jerago con Orago.

[email protected]