CASTELLAMMARE DI STABIA – Una partita condizionata dagli episodi (due espulsioni,una per parte, e due rigori per la Juve Stabia), ma ricca di emozioni quella al “Romeo Menti” dove il Varese torna a vincere rilanciandosi in classifica e scacciando la zona bassa, complice anche il pareggio del Novara col Crotone. I biancorossi passano subito in vantaggio con Damonte e raddoppiano con Oduamadi. Poi però restano in dieci e devono lottare contro un avversario orgoglioso nonostante si ritrovi ad un passo dalla retrocessione. Pavoletti prova a chiudere la gara, segna il 3-1, ma il gol che chiude definitivamente i conti è il 4-2 del giovane Forte che si prende la sua rivincita segnando un minuto dopo il suo ingresso in campo.
Fischio d’inizio alle 15 al “Romeo Menti” tra Juve Stabia e Varese, due squadre che si presentano con il 4-2-3-1. Sottili deve rinunciare agli squalificati Rea (tre giornate) e Blasi, e agli indisponibili Cristiano, Trevisan e Falcone. Out anche Grillo che non va neanche in panchina dove invece siedono due portieri. Bressan in porta; Corti arretrato in difesa accanto ad Ely con Fiamozzi confermato a destra e Laverone adattato a sinistra. Torna titolare Zecchin che si posiziona in mediana dove trova posto anche Damonte. In avanti Di Roberto, il rientrante Neto e Oduamadi alle spalle di Pavoletti. Tante assenze anche in casa delle Vespe.
Neanche il tempo di dare il calcio d’avvio che la partita si sblocca in favore del Varese: punizione che parte, manco a dirlo, dai piedi di Zecchin, Pavoletti colpisce il pallone di spalle e Damonte insacca di testa il suo primo gol stagionale
Al 9′ Baraye tocca duro Neto Pereira che esce dal campo dolorante, ma rientra regolarente poco dopo.
Il Varese va vicino al raddoppio al 14′ in contropiede, lancio di Oduamadi per Pavoletti che serve, di testa, Di Roberto: conclusione parata da Viotti. Altra parata del portiere di casa, al 20′, sulla conclusione di Pavoletti. Il numero 1 manda in angolo e proprio dal corner nasce il raddoppio biancorosso: pallone messo in mezzo da Zecchin, batti e ribatti in area, sfera a Oduamadi che fa partire un rasoterra che supera tutti e finisce in porta. Subito dopo il gol, i tifosi di casa inveiscono contro i loro giocatori al grido di “Vergognatevi”, ma poi, esemplari, riprendono a sostenere la squadra con cori di incitamento.
Il primo tiro in porta della Juve Stabia arriva al 38′ con Doukara che si libera di Laverone e fa partire il destro al quale si oppone facilmente Bressan.
Un minuto dopo c’è un contatto in area tra Laverone e Di Carmine, l’arbitro Abbattista concede il calcio di rigore ed espelle, forse troppo severamente, il difensore biancorosso. Sul dischetto si presenta Vitale che spiazza il numero uno del Varese e riapre la partita. Sottili prende subito le contromisure inserendo il centrale Ricci e sacrificando Neto Pereira.
Al 47′ Liviero crossa in mezzo per il colpo di testa di Doukara che non inquadra la porta. Il primo tempo termina 2-1 per gli ospiti.
All’8′ della ripresa si ristabilisce la parità numerica in campo: Mezzavilla placca Oduamadi e riceve il cartellino rosso. Dalla punizione nasce il gol del 3-1 che piazza in porta l’ex di turno Pavoletti. Sedicesima rete per lui che, solo con la porta spalancata, non può sbagliare.
Contropiede del Varese all’11’ con Pavoletti che serve Oduamadi; a tu per tu con l’avversario il nigeriano fa partire un destro a giro che sfiora il palo. Tiro-cross di Fiamozzi al 14′ respinto dal portiere.
Al 21′ Abbattistia fischia un altro rigore a favore della Juve Stabia, questa volta per il fallo di mano in area di Di Roberto. Batte Vitale che infila il 2-3 alla sinistra di Bressan con il portiere che indovina la traiettoria senza arrivarci.
Secondo cambio per il Varese al 36′: esce Oduamadi entra Forte. Al giovane numero 20 basta un minuto per andare a segno: Pavoletti lo serve in contropiede, il diciannovenne va verso la porta da solo e una volta arrivato davanti al portiere non sbaglia e cala il poker.
Quando l’arbitro concede quattro minuti di recupero,
Bressan salva la porta in tuffo dal calcio di punizione di Vitale. Finisce qui.

LE PAGELLE

LA SALA STAMPA

IL TABELLINO
Juve Stabia-Varese 2-4
Juve Stabia 4-2-3-1:
Viotti; Ghiringhelli (dal 1′ st Parigini), Lanzaro, Di Nunzio, Livieri; MezzaVilla Baraye; Di Carmine, Caserta (dal 15′ st Piccioni), Vitale; Doukara. A disposizione: Benassi, Giandonato, Montini, Elefante, Romeo, Cardore, D’Ancora. Allenatore: Braglia.
Varese 4-2-3-1: Bressan; Fiamozzi, Ely, Corti, Laverone; Zecchin, Damonte; Di Roberto, Neto Pereira (dal 41′ st Ricci), Oduamadi (dal 37′ st Forte); Pavoletti (dal 43′ st Bjelanovic). A disposizione: Milan, Bastianoni, Calil, Tremolada, Barberis, Spendlhofer. Allenatore: Sottili.
Arbitro: Abbattista di Roma 1.
Marcatori: p.t.: 2′ Damonte (V), 22′ Oduamadi (V), 40′ Vitale (J. su rig.); s.t.: 8′ Pavoletti (V), Vitale (J. su rig.), 38′ Forte (V).
Note – Spettatori: 2029 (abbonati: 1569, paganti: 460) per un incasso di 1.201. Espulsi: Laverone (V) al 39′ pt e Mezzavilla (J) all’8 st per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Lanzaro, Baraye, Vitale, Parigini, Ely. Angoli: 2-3.

Programma 12^ di ritorno (05/04 ore 15)
Palermo-Avellino 2-0 (giocata ieri)
Brescia-Pescara 3-0
Carpi-Trapani 3-2
Cittadella-Siena 1-0
Juve Stabia-Varese 2-4
Novara-Crotone 1-1
Reggina-Latina 0-1
Spezia-Padova 2-2
Ternana-Cesena 0-2
Lanciano-Modena 1-3
Bari-Empoli (06/04 ore 12.30)

 CLASSIFICA p.ti G V N P
Palermo 66 33 19 9 5
Empoli 53 32 14 11 7
Cesena  (-1) 52 33 13 14 6
Crotone 51 33 14 9 10
Latina 51 33 13 12 8
Trapani 49 33 12 13 8
Siena  (-8) 48 33 14 14 5
Avellino 48 33 12 12 9
Virtus Lanciano 48 33 13 9 11
Modena 45 33 11 12 10
Pescara 45 33 12 9 12
Spezia 45 33 11 12 10
Brescia 43 33 10 13 10
Varese 43 33 11 10 12
Carpi 43 33 12 7 14
Ternana 41 33 9 14 10
Bari  (-3) 40 32 11 10 11
Novara 36 33 8 12 13
Cittadella 32 33 7 11 15
Padova 31 33 7 10 16
Reggina 27 33 6 9 18
Juve Stabia 16 33 2 10 21

Prossimo turno 13^ di ritorno (12/04)
Varese-Bari
Avellino-Brescia
Crotone-Carpi
Pescara-Cittadella
Modena-Juve Stabia
Latina-Novara
Trapani-Palermo
Padova-Reggina
Cesena-Spezia
Empoli-Ternana
Siena-Lanciano

e.c.