Gli uffici amministrativi e club house dell’Ippodromo di Varese non esistono più, sono stati spazzati via dal rogo che ha colpito parte della struttura delle Bettole nella notte tra giovedì e venerdì. Ben undici squadre di Vigili del Fuoco, provenienti anche da Saronno e Busto Arsizio oltre che da Varese, hanno spento le fiamme che stavano divorando l’intero complesso ippico varesino riuscendo a limitare, almeno in parte, i già ingenti danni.
Al momento tutto il piano superiore dell’edificio, quello che ospita l’area vip costruita per i Mondiali di ciclismo del 2008, gli uffici della Società Varesina Incremento Corse Cavalli e il club house, ossia l’area in cui si fa la pesa dei fantini, è inagibile; chiuso anche il Tondino, il locale pubblico accanto all’Ippodromo che non sa ancora quando potrà riaprire i battenti.
Dopo i primi attenti sopralluoghi si esclude l’origine dolosa dell’incendio. Più probabile che la scintilla sia stata originata dal mal funzionamento di una apparecchiatura che avrebbe provocato un cortocircuito. Carabinieri e Vigili del Fuoco, però, stanno ancora facendo accertamenti e soltanto nei prossimi giorni si saprà con certezza cos’è successo l’altra notte.

[email protected]