Tanta amarezza, all’ora di pranzo, non è facile da buttare giù. Da parte dei tifosi biancorossi c’è la consapevolezza di avere disputato una buona partita, ma prevale la delusione per avere subito il gol del pareggio all’ultimo respiro, proprio quando sembrava che i tre punti fossero in cassaforte.
“C’è stato un momento di distrazione – dice Krisovalando (nella foto qui a destra) –, il campo era abbastanza impraticabile ma per me erano quasi obbligati a giocare, dato il precedente rinvio. Ai punti comunque avrebbe meritato il Varese. Il migliore? Lazaar, senza discussione”.
Anche Hayat (nella foto a sinistra) è dello stesso parere: “Ci voleva decisamente più concentrazione, anche se il Varese meritava molto ma molto di più. Peccato per quell’errore, erano già sicuri di vincere”.
Pavoletti ha un po’ tradito le attese, sbagliando anche un calcio di rigore che poteva riscattare un match con molti errori da parte sua. “E’ stato un grande in ogni caso – dice Angelo – oggi come sempre: non era facile lottare su questo campo contro tutta una difesa. La speranza sono sempre i playoff, ce la si può fare comunque. Il gol subito? Colpa della troppa euforia in occasione di quello fatto poco prima…”.
“Partita bagnata, ma non partita fortunata – replica Mohed –, c’era troppa sicurezza di aver già vinto e Rea ha macchiato una partita fin lì impeccabile: si è addormentato. Peccato perché i ragazzi meritavano”.
Tremolada è l’unico che fa tornare il sorriso sul viso di Fausto, visibilmente deluso per il risultato finale: “Partita letteralmente dominata – la sua opinione – dal Varese. Erano troppo felici per il gol. Tremolada deve giocare di più, ha dei colpi incredibili paragonabili solamente a quella di Zecchin. Non punterei il dito solo su Pavoletti, fa sempre reparto da solo. Ora sul mercato per me bisognerebbe andare su un centrocampista che faccia gioco: davanti alla difesa non possono giocare né Damonte né Blasi”. Il messaggio è chiaro, si recepirà?

LA CRONACA
LE PAGELLE
LA SALA STAMPA
I COMMENTI DEI TIFOSI

Luca Mastrorilli