Durante il vernissage di martedì sera non poteva mancare Giuseppe Pirola, AD di Unendo Energia Italiana che ha espresso incitamento alla squadra.  “Ricominciare regala sempre un’emozione bellissima -le sue parole -. Al raduno, come la prima volta, ho sentito un gran vuoto nello stomaco. Sento il peso di una grande responsabilità. Questa squadra è un patrimonio dello Sport italiano. Questo entusiasmo è uno stimolo in più per far sì che questa grande storia continui negli anni”.

Francesco Pinto invece, CEO di Pianoforte SpA, holding proprietaria del marchio Yamamay, non ha potuto essere presente, ma le sue parole beneauguranti sono ugualmente arrivate alla squadra: “Non ho potuto essere presente fisicamente al raduno del Palayamamay, ma ho seguito tramite internet tutti gli aggiornamenti praticamente in diretta. Ho colto, anche dai racconti di chi c’era, un rinnovato entusiasmo e come sempre un incredibile affetto dei tifosi. I complimenti vanno a tutti, anche alla società che ha saputo promuovere con maestria l’evento: portare 1000 persone ad un raduno, benchè gratuito, non è proprio da tutti. Ho visto invece all’opera la squadra nel primo giorno di lavoro, mercoledì, sia in palestra pesi il mattino, sia al Palayamamay nel pomeriggio: ho visto bei sorrisi e belle facce e questo è quello che serve in ogni progetto serio e ambizioso. Dovrà essere, come ogni anno, una storia di belle persone, in cui ognuno farà la propria parte, dovrà essere un privilegio per tutti compiere un percorso insieme. Le ragazze che ho visto rappresentano benissimo energia e bellezza, proprio come Unendo Energia Italiana e Yamamay. Ho sentito un ambiente carico, con la famiglia Forte e Massimo Aldera molto presenti e convinti del lavoro di costruzione fatto durante l’estate. Faccio il mio in bocca al lupo a tutti, con una nota particolare per Carlo Parisi, ormai un uomo di società, e Marco Musso, cresciuto con noi e quest’anno impegnato in un nuovo importante ruolo. Ho belle aspettatite: spingiamo tutti insieme sull’acceleratore ancora una volta per raggiungere i massimi obiettivi e per dare il via ad un nuovo duraturo corso”.

[email protected]