Domenica scorsa a Varese  si è rinnovato il tradizionale appuntamento con il torneo di bowling organizzato dai Ciechi Sportivi Varesini, 10620673_789524521114721_8655780810555718230_ngiunto alla 20a edizione. Ospiti come sempre della struttura di Viale Belforte a Varese la cifra record di 54 partecipanti tra non vedenti, ipovedenti, guide, famigliari e amici, è stata suddivisa in 6 squadre di tre diverse categorie. I vincitori sono stati Maruska Cotelli e Ruggero Brandellero tra i non vedenti, Giorgia Cerimido e Maurizio Marino tra gli ipovedenti, Elisabetta Ferranti e Adriano Chiesa tra le guide. Al termine delle gare, all’Oratorio di Casbeno è stata significativa la testimonianza dei campioni di vela per non vedenti Elisa Bardelli e Alessandro Malipiero che insieme al presidente Alessandro Gaoso hanno presentato il “progetto Omerus” dedicato all’accessibilità lacustre e marina con l’invito rivolto al gruppo varesino presieduto da Milena Rossi a frequentare la scuola sul Lago di Garda per arrivare un giorno ad organizzare l’attività anche sui laghi della provincia di Varese. Una ulteriore opportunità per i tesserati dei Ciechi Sportivi e per chiunque altro non vedente, ipovedenti, guide e volontari in genere voglia condividere l’impegno di una realtà fondata nel 1990 che oggi, grazie anche al contributo dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto, comprende corsi di nuoto, yoga, equitazione, canottaggio e baseball.

[email protected]