coccinelle pallaUn boato della tifoseria chiude l’esercizio con le 5 palle delle giovani Coccinelle che lunedì 2 giugno, presso il palazzetto dello sport 105 Stadium di Rimini, hanno conquistato la medaglia di bronzo nella fase finale del campionato d’Insieme Giovanile.
La battaglia, a dir il vero, è iniziata domenica, la qualificazione alla finalissima era riservata a solo 8 delle 53 squadre qualificatesi a livello regionale. Un’unica chance per portare a casa ancora un altro risultato da incorniciare.

Camilla Bertolazzi, Alice Fimiani, Sofia Guffanti, Francesca Ielmini, Gladia Milanesi
e la riserva Stefania Pasetto ci provano. Scendono in pedana con grande determinazione e decisione. Bisogna dare tutto, non è concesso andare al risparmio. E così è. In un crescendo vertiginoso di ritmo, lanci e difficoltà, la Coccinella chiude la prima parte della gara al 4° posto, la qualificazione è assicurata.
Si torna in pedana lunedì, la posta in palio è alta, la tensione alle stelle. La grande sfida è a livello mentale, la preparazione c’è, l’esercizio è bello e ricco di spunti originali, che devono essere interpretati magistralmente. Nessuna delle tre squadre davanti vuole mollare la presa della posizione conquistata. Ma non c’è tempo per pensare. E soprattutto non c’è la voglia di accontentarsi della medaglia di legno.

coccinelle podioE così è. Sulla nota iniziale, le atlete gorlesi, mostrano subito al pubblico ed alla giuria di che pasta sono fatte. Un’esecuzione superba, con un’unica sbavatura che lascia con il fiato sospeso tutti i fans per qualche minuto in attesa del punteggio e quando sul display luminoso esce ancora una volta 13.550 e la certezza che la medaglia di bronzo è targata Coccinella, un applauso assordante fa tremare il palazzetto.

“Fantastica, fantastica Coccinella! La Coccinella c’è. E’ la conferma di questa trasferta – il commento a caldo della direttrice tecnica Laura Scavazzini -. E’ l’ultima gara di una stagione eccezionale, strepitosa. In tutti i campionati abbiamo raggiunto la fase Nazionale con risultati a dir poco eccellenti. Preparare questo campionato non è stato per nulla facile! Abbiamo studiato una composizione dinamica, rischiosa con un crescendo ricco di lanci e sincronismi. Sapevamo che per arrivare in alto non ci si doveva né accontentare né dar nulla per scontato. Bravissime le ginnaste a trasformare in emozione ogni rischio della composizione e magnifiche le colleghe Francesca Bertolini e Nathalie Van Cauwenberghe a rendere possibile anche l’impossibile! Questo bronzo è per l’intera squadra una grande conquista!”

[email protected]