Le attese dopo le gare regionali erano alte e i giovani atleti della A.S.D. La Fenice di Viggiù sono riusciti anche nelle gare nazionali della ginnastica in festa, disputate a Pesaro dal 19 al 28 giugno a mantenere tutte le aspettative ottenendo, con tutte le compagini impegnate, risultati di assoluto rilievo.
Nella ginnastica artistica il gruppo di I fascia (8-10 anni) ha ottenuto il quinto posto assoluto nella super finale di Coppa Italia mista, quello di II fascia (11-13 anni) in Coppa Italia femminile ed in Coppa Italia mista si è classificata al quinto posto, nel trofeo Gymteam ha ottenuto il bronzo assoluto con piazzamenti in tutte le singole specialità ed un lusinghiero risultato nella serie D, disputata per la prima volta dai nostri atleti; allo stesso modo le ragazze più grandi (dai 14 anni in poi) hanno ottenuto un quarto posto in Coppa Italia mista, un settimo posto nel trofeo Gymteam, con il quinto posto nell’esercizio collettivo.
Anche i gruppi della ginnastica ritmica, alla loro prima esperienza in queste competizioni, si sono ben comportate nel trofeo Sincrogym e soprattutto nel GPT di primo livello di seconda e terza fascia.
Non potevano mancare le soddisfazioni nelle gare individuali con il metallo più prezioso ottenuto da Valentina Gusmeroli nel volteggio del trofeo GPT III livello 2^ fascia, ben supportata dall’argento di Martina Tosi nella classifica assoluta di GPT II livello 4^ fascia, dal bronzo nella trave GPT III livello 4^ fascia e dal quinto posto al suolo di Valentina Castelli, dal quarto posto di Riccardo Corona nel minitrampolino GPT II livello I fascia, dal quinto posto assoluto di Mattia Maiocchi nel GPT III livello IV fascia e da tutte le altre atlete che ben si sono comportate in tutte le discipline arrivando sovente nelle prime posizioni, in competizioni che vedevano oltre 200 atlete coinvolte.
L’annata si è conclusa quindi nel migliore dei modi e le 15 coppe complessive conquistate (miglior risultato di sempre dei dodici anni di attività della Fenice), non sono certo frutto del caso o di un gruppo particolarmente dotato, ma dimostrano la bontà del lavoro svolto dallo staff tecnico, attento a valorizzare le capacità di ogni atleta. Dopo un periodo di meritato riposo, a settembre si riprenderanno le attività con il rinnovato entusiasmo generato da questi splendidi risultati, nel tentativo di ripetere e magari migliorarsi ancora.

[email protected]