Anche una parte del Varesotto sventolerà in Brasile con la Nazionale Italiana in cui è stato convocato Marco Parolo, gallaratese classe ’85 in forza al Parma. La compagine “lombarda” è folta. Oltre al centrocampista di Gallarate, saranno protagonisti anche i rescaldinesi Abate e Darmian, quest’ultimo, in forza al Torino, è nato a Legnano e cresciuto a Rescaldina. Ci sono poi il milanese De Sciglio e il bresciano Pirlo.

L’assessore allo sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi, si è dichiarato “fiero di tutti e in primis dei lombardi” ricordando anche che “il Ct Cesare Prandelli è di Orzinuovi (Bs) mentre il capo delegazione, il vice presidente dalla Figc Demetrio Albertini, è di Besana in Brianza (Mb)”.
E’ lombardo anche il trofeo: la Coppa del mondo è realizzata in Lombardia da un’azienda artigiana di Paderno Dugnano (Mi), fin dal 1972, ed è opera dello scultore Silvio Gazzaniga. “Chissà che non possa tornare nel nostro Paese al termine dei Mondiali” ha aggiunto l’assessore.

[email protected]