Ecco perché il Novara non sará ripescato. Anche se dal Piemonte…

0
10

Continua la querrele ripescaggio Novara, iniziata ieri con le “travisate” dichiarazioni del presidente Abodi che hanno costretto l’ufficio stampa della Lega di serie B ad emettere un comunicato per chiarire la posizione “attendista e neutrale”.
Scartabellando abbiamo trovato nel comunicato ufficiale che regolamenta i criteri di ripescaggio il comma D4 che recita: “Le società che hanno subito sanzioni per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse, scontate nelle stagioni 2012/2013 e 2013/2014, nonché le società che, al momento della decisione sui ripescaggi, abbiano subito sanzione per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse da scontarsi nella stagione 2014/2015, saranno computate ai soli fini della redazione della classifica finale, ma saranno in ogni caso escluse dal ripescaggio”.
La societá piemontese aveva subito 4 punti di penalizzazione da scontare nella stagione 2012/13, poi ridotti dal Tnas a 2; questo, quindi, non consentirebbe agli azzurri di essere riammessi alla serie cadetta anche nel caso in cui lunedí il Collegio Arbitrale del Coni sancisse la riammissione.
Da Novara, però, giungono voci rassicuranti per i tifosi del Novara; i legali sarebbero giá pronti a documentare la non applicazione della norma perchè la sanzione venne tolta.
Ci sará da battagliare e il 7 agosto, giorno in cui verranno resi noti i calendari, si avvicina.

Ulisse Giacomino