Dopo l’arrivo di Nicola Damiano, la Handicap Sport Varese allarga il rooster con l’ingaggio di due giocatori svedesi: si tratta di Joakim Blomquist, 25 anni, e di Joakim Lindblom, 22 anni.
Entrambi vantano esperienza internazionale e, in particolare il secondo, anche del massimo campionato italiano, visto che Lindblom è stato una colonna della Briantea 84 Cantù che negli ultimi due anni ha vinto altrettanti scudetti e ha primeggiato anche a livello continentale.
Joakim Blomquist è nato a Stoccolma il 6 giugno 1989 ed è paraplegico dall’agosto 2007 a causa di un incidente stradale. Nel 2008 ha cominciato a giocare a basket in carrozzina nella squadra del Norrbacka, club svedese che milita in serie A. Già nel 2009 ha vestito la maglia della Nazionale svedese under 22, nel 2009 ha vinto la medaglia di bronzo agli Europei di categoria e nel 2010 ha conquistato il titolo continentale sempre a livello under 22. Dall’anno successivo è entrato a far parte della Nazionale maggiore svedese e con questa ha preso parte agli Europei di Nazareth del 2011 e di Franoforte del 2013 per poi disputare quest’anno i Mondiali di Corea del Sud che si sono svolti nella prima metà di luglio.
Joakim Lindblom è nato a Norrkoeping il 25 luglio 1992; a 15 anni ha cominciato a giocare a basket in carrozzina nella squadra locale dei Delfini, in serie A. Solo sedicenne è entrato a far parte della Nazionale under 22 partecipando, insieme con Blomquist, agli Europei di Nazareth nel 2011 e di Francoforte nel 2013. Anche Lindblom ha fatto parte della Nazionale svedese maggiore che ha preso parte ai recenti Mondiali in Corea del Sud; nel 2011 è stato ingaggiato dalla Briantea 84 Cantù con la quale ha poi vinto due scudetti, una Coppa Italia e la Coppa Vergauwen.
“Stiamo lavorando -spiega Carlo Marinello, presidente della Handicap Sport Varese- per allestire una squadra che, come obiettivo minimo, mantenga la categoria, cioè la permanenza in serie A1. E credo che con l’ingaggio di questi due ragazzi svedesi, che segue quello di Nicola Damiano, il traguardo possa essere centrato”.
Difficile pensare che dietro l’arrivo di Lindblom, e di conseguenza anche di Blomquist, non ci sia lo zampino di Nicola Damiano che ha assolutamente garantito sulle qualità del compagno di molte recenti e vittoriose battaglie con la maglia della Briantea 84.

[email protected]