Le Gazze di Gazzada Schianno sono la quarta squadra più forte della Lombardia per quanto riguarda il calcio a 7 femminile del Csi. Un grande successo per le ragazze allenate da Graziano De Carli, Andrea Biotti ed Enrico Solfato che, dopo aver dominato il campionato provinciale, sono arrivate fino alla Fase Regionale di Boario Terme dove si sono contese il titolo regionale con Milano Certosa, Atletico Alveare (MI) e Calcio Alme (BG).
Gazze semifinale regionaleLa classifica finale premia Milano Certosa, capace prima di superare proprio le Gazze per 8-1 nella prima semifinale e poi nella finalissima le bergamasche dell’Alme che, a discapito del 6-3 al triplice fischio, si sono arrese soltanto negli ultimi minuti e possono recriminare per almeno un rigore non concesso. Sul terzo gradino del podio ci sono le milanesi dell’Atletico Alveare che hanno avuto la meglio nella finalina sulle Gazze per 6-1. In entrambe le partite, le Gazze hanno cercato di buttare il cuore oltre l’ostacolo, hanno dato il massimo come sempre, ma le avversarie sono apparse avere oggettivamente una marcia in più. Qualche rimpianto rimane per un’espulsione eccessiva comminata ad una Gazza nella semifinale e per non essere riuscite a mantenere il vantaggio nella finale per il terzo posto, vantaggio segnato dalla capitana Silvia Milani su colpo di testa.
coppa gazze regionali 2014Complessivamente, però, si è trattato di una due giorni intensa, fatta di emozioni sul campo e di divertimento fuori dal rettangolo verde e alla quale hanno voluto prendere parte anche genitori, fidanzati, un cane e una tifosa d’eccezione, l’ormai habitué delle Gazze Valentina Bergamaschi, prossima a rispondere alla chiamata della nazionale Under 19 di calcio. “Siamo orgogliosi di aver rappresentato la nostra provincia che mai era arrivata così in alto nel calcio femminile – ha commentato a caldo mister Graziano De Carli -. E’ stata una bella esperienza per tutto il gruppo, un premio per il lavoro fatto durante tutto l’anno. Speriamo che il quarto posto sia soltanto un punto di partenza per salire sul podio magari nelle prossime stagioni”.
Un quarto posto che non sa per niente di amaro, ma di un traguardo, di una conquista che non potrebbe avere sapore più dolce.
Le Gazze a Boario c’erano e hanno alzato una coppa. 

[email protected]