Nella mattinata di ieri il Rally dei Laghi numero 23 ha tolto i veli. Presso il Municipio di Varese, ubicato nello splendido contesto del Palazzo Estense, l’assessore Clerici ha fatto gi onori di casa introducendo il Rally che l’Asd Laghi organizzerà nel prossimo weekend.
“Abbiamo apportato alcune modifiche all’ormai consolidato format, reintroducendo per ben due volte la prova spettacolo “Colacem” a Caravate ed allungando di circa cinque chilometri il Cuvignone -ha commentato Andrea Sabella, patron di ASD Laghi-. Ci siamo permessi di togliere l’Alpe Tedesco che logisticamente ci avrebbe creato qualche difficoltà ma che riproporremo nel 2015. Abbiamo lavorato sodo e a lungo per questa gara facendo promozione e cercando di coinvolgere un territorio molto più ampio di quello che riguarda poi le zone delle singole prove speciali. Grazie anche ad eventi come Busto Expo o Miss Rally siamo riusciti a veicolare il rally ed i nostri partner economici in tutta la provincia e il risultato, letto anche in termini di iscritti, si vede.”
Grande soddisfazione per le 104 richieste pervenute alla segreteria di gara; quest’anno più che mai il pronostico è incerto: i primi due classificati dello scorso anno, Giuseppe Freguglia e Marco Gianesini si presenteranno al via con due Ford Fiesta Regional Rally Car, potenti vetture turbo 1600cc da circa 260 cavalli. La concorrenza però sarà ben equipaggiata: sia va dalle S2000 a motore aspirato di Spataro, Pensotti, Bizzozzero, Roncoroni e Baccega alle Mitsubishi R4 Turbo dalla flangia ampliata fino a 36 mm di Dipalma e Caranci, dalle S1600 di Crugnola, Bosetti, Ripoli, Fusetti e Re alle Clio di Maran (in versione Maxi) e Miele.
Se il pubblico non vede l’ora di gustarsi il piatto forte del sabato, ovvero le due Ps spettacolo nell’area adiacente al parco Assistenza di Caravate (ore 14.55 e 17:14), i concorrenti attendono con trepidazione il primo crono di domenica che sarà il temibile Cuvignone (domenica ore 8:35 e 15:00): tutti lo temono perché è ormai assodato che sarà la speciale in grado di fare la differenza per mettere un solco importante sugli avversari. Per l’edizione 2014 la speciale partirà da Nasca e arriverà ben oltre l’abitato di Vararo toccando così i 15 chilometri di lunghezza: le velocità medie saranno sicuramente basse per via della tortuosità della strada che presenta insidie in ogni dove. Il Sette Termini (ore 9:44 e 13:32), che partirà da Montegrino e arriverà fino a Cugliate Fabiasco, sfiora i dieci chilometri di lunghezza e darà modo ai concorrenti di sfogarsi con molti allunghi veloci ed una discesa mozzafiato da fare al massimo della precisione. La Valganna poi (10:13 e 14:01), sarà la classica ciliegina sulla torta perché aggiungerà l’adrenalina della velocità.
La grande visibilità che ha raggiunto il rally Internazionale dei laghi sarà sfruttata dal Comitato Organizzatore, in accordo con il Comune di Varese, per sensibilizzare il più possibile le persone in merito all’incredibile storia di Luca Alfano. Costretto in carrozzina, il 36enne varesino è affetto da una malattia rarissima che ancora nessun medico è riuscito a diagnosticare; il caso di Luca Alfano sta molto a cuore alla comunità varesina che ha già fatto incetta del suo libro “Più unico che raro” edito dalla 0111 nel quale viene raccontata la sua storia; il libro verrà presentato sabato 22 marzo al pubblico.

[email protected]

ECCO L’ELENCO DEGLI EQUIPAGGI: