Si è tenuto questo pomeriggio il quarto incontro di “Basket: una scuola di vita”, il progetto organizzato dalla Pallacanestro Cimberio Varese che grazie al contributo di Beko, partner dell’iniziativa, porta i giocatori biancorossi a diretto contatto con gli studenti di Varese e provincia.
Un centinaio di bambini della Scuola Secondaria di Primo Grado Nuccia Casula di Jerago con Orago hanno avuto così modo di confrontarsi con Erik Rush e Giorgio Pedraccini sul tema “Basket: un’opportunità per tutti”, argomento che ha messo in contatto il mondo del professionismo e quello dello sport per disabili. L’ala della Cimberio e il dirigente della Handicap Sport Varese, dopo una breve presentazione, hanno risposto con ironia e professionalità ai più disparati quesiti proposti dagli studenti che al termine dell’incontro hanno affettuosamente abbracciato i due biancorossi in una foto di gruppo da riporre nell’album dei ricordi.
La prossima tappa di “Basket: una scuola di vita” è in programma il giorno 24 marzo a Lozza.

[email protected]