Insuperabile l’amministrazione di Travedona Monate nel proporre una giornata a sostegno dei disoccupati. Insuperabile il travedonese Igor Stella (foto a sinistra) rigorosamente in maglietta bianca e fuori gara comunque presente all’iniziativa insieme ai compagni della Polha Varese. Insuperabili i dipendenti comunali e tutte le realtà sportive che hanno animato la “Giornata degli Insuperabili” ricca di partecipazione e significati.
“L’idea di questa giornata è nata nel febbraio 2013 quando con il progetto sull’occupazione intendevamo creare dei fondi per sostenere in modo concreto le famiglie del nostro territorio occupandole all’interno dei circuiti degli Enti locali – spiega il Sindaco di Travedona Monate Andrea Colombo nella foto sotto a destra con la Presidente della Polha Varese Daniela Colonna Preti –  Ovviamente non una soluzione radicale al problema della disoccupazione ma una risposta straordinaria ad una situazione economico politica straordinaria che stiamo vivendo come Paese. Un progetto che ha raccolto strada facendo una crescente adesione celebrata oggi da un’ammirevole partecipazione spontanea in primis dei dipendenti comunali, di tanti colleghi amministratori, delle associazione e non ultima la gente comune. Altrettanto importante è stata la disponibilità di Società professionistiche come la Pallacanestro Varese, il Torino Calcio al pari di Milan e Inter, la Ferrari tramite il Ferrari Club Travedona, la MV Agusta e molti altri nel fornirci materiale per l’asta organizzata presso il nostro Comune sempre a sostegno della famiglie in difficoltà. La disoccupazione è un problema comune da condividere, non da delegare. Ecco perché davanti all’entrata del Municipio di Travedona Monate abbiamo posizionato un faro che vuol essere un richiamo quotidiano al nostro dovere in quanto amministratori al fianco di chi non ha un lavoro”.
Nel momento in cui il suo concittadino e dipendente comunale Igor Stella è risultato postivo all’esame antidoping, al contrario di chi avrebbe dovuto sostenerlo sul posto lei, insieme alla Polha e molti altri varesini, l’avete virtualmente abbracciato da migliaia di km di distanza.
“Per il fatto di essere un Sindaco non cambio di certo il mio modo d’essere – continua Colombo – Quando ricevetti la notizia di quanto successo a Igor mi  presi meno di un quarto d’ora per emettere un comunicato dove tra scienza e cuore scelsi senza esitazione il cuore perché conosco Igor, la sua storia, i suoi valori e tutto ciò che ha fatto per gli altri. Alla partenza per quella che sarebbe stata la sua seconda paralimpiade lo festeggiammo come merita un grande. Ciò che è successo a Sochi non ha modificato il mio pensiero e la mia considerazione nei suoi confronti e per quanto ho letto, visto e sentito sono felice di essere in buona e corposa compagnia. Grande Igor!”.
Nella giornata degli “Insuperabili” Igor Stella ha donato all’asta benefica la sua maglia della nazionale azzurra di sledge hockey delle Paralimpiadi Invernali di Vancouver 2010 presentandosi con la sua handbike davanti al Comune di Travedona indossando una maglia bianca subito colorata dall’affetto e dalla stima dei suoi compagni di società e degli amici di sempre con in testa la sua presidente Daniela Colona Preti. Non a caso, pur non potendo partecipare ufficialmente alla gara/esibizione che ha visto al via gli handbikers della Polha Varese e del Team Rancilio Parabiago – per la cronaca vinta dall’eterno Marco Re Calegari – gli organizzatori gli hanno assegnato il pettorale numero 1.
Per sottoscrivere la “Legge Speciale sull’occupazione a sostegno dei disoccupati e inoccupati” è sufficiente rivolgersi allo Sportello Lavoro del Comune di Travedona Monate. Info: [email protected]

RB