Luca Banchi: un’altra partita vibrante, equilibrata e molto combattuta. Abbiamo iniziato male con una scarsa lucidità che ha generato le 7 palle perse nel primo quarto dove Varese ci ha dominato anche sotto i tabelloni. Stanchezza e scarsa lucidità hanno caratterizzato anche i minuti finali dove ad un solo possesso dai nostri avversari abbiamo commesso ingenuità imperdonabili che abbiamo pagato care. Abbiamo perso il primo periodo vincendo gli altri ma non è bastato. Ora torniamo in fretta a Siena. Dobbiamo ritrovare energie e la giusta determinazione.
Frank Vitucci: abbiamo la pelle abbastanza dura e stasera ci tenevamo molto a vincere in casa per allungare la serie e dare soddisfazione al nostro pubblico anche stasera clamoroso. Abbiamo difeso bene pasticciando qualcosa in attacco. Ho dovuto fare rotazioni inusuali rispetto al solito per l’infortunio di Dunston di cui verificheremo la gravità domani mattina al pari di quello che ha frenato Polonara già dal riscaldamento. Ancora una volta devo dire bravi a tutti i miei giocatori. Una squadra con un cuore grande che non vuole lasciare questo campionato. La sconfitta in gara 4 è stata un colpo duro ma la reazione di questa sera è roba da gente vera. Mercoledì a Siena  dovremo ripartire dalle cose positive a partire dalla difesa. In attacco Siena dispone di rotazioni importanti e sappiamo che alla minima distrazione il valore dell’avversario è tale da punirci severamente. Sappiamo che sarà dura ma anche in gara 6 affronteremo Siena come l’abbiamo affrontato le altre volte fatta eccezione per gara 3. Ci proveremo con tutte le nostre forze e alla fine vincerà chi è più bravo.
Andrea De Nicolao: in una situazione d’emergenza siamo stati bravi a sopperire alla parziale mancanza di Dunston e Polonara sotto canestro. Una volta di più abbiamo dimostrato di essere un gran gruppo. In settimana ho lanciato un appello al pubblico per sostenerci e devo dire che ancora una volta i nostri tifosi sono stati commoventi trasformando il palazzo in una gran bolgia. Se a Siena non saremo al completo moltiplicheremo le nostre forze per portare a casa comunque il risultato che ci serve per giocarci il passaggio in finale a casa nostra.
Janar Talts:
abbiamo vinto grazie ad un grandissimo primo quarto che alla fine ha fatto la differenza. Nel secondo tempo invece abbiamo sofferto tantissimo perché Siena è una squadra veramente solida e senza Dunston non siamo riusciti a metterla sul piano fisico come invece avremmo voluto. Bryant è un giocatore in grado di fare la differenza, spero che il suo infortunio non sia nulla di grave. Io ho provato a prendere il suo posto, ma non è facile. Nonostante tutto sono soddisfatto della mia prestazione; cerco sempre di dare il meglio e oggi ci sono riuscito. Come sarà gara-6? Dobbiamo andare là senza paura e con la convinzione di poter vincere. Solo così riusciremo ad avere la meglio.

LA CRONACA
LE PAGELLE 

RB

Articolo precedenteLe pagelle della Cimberio. Banks intenso, Rush disastroso
Articolo successivoDopo il debutto in azzurro, Caracuta all’Alassio Cup