Ancora un successo per il canottaggio costiero italiano (Coastal Rowing): per il nostro paese ai Campionati del Mondo di Helsinborg in Svezia sono arrivate 4 medaglie (2 oro, 1 argento, 1 bronzo). Tra i podi, doppio successo nel doppio maschile dove a vincere il titolo sono stati gli atleti della Canottieri Santo Stefano al Mare, Francesco e Federico Garibaldi, che hanno preceduto sul podio l’armo della Grecia1, secondo, e quello italiano della Marina Mercantile Nazario Sauro, formato da Andrea Milos e Stefano Donat, medaglia di bronzo.
Oro anche per l’ammiraglia del coastal, il quattro di coppia con timoniere, vinto al termine di una gara lunga e difficile, iniziata con una falsa partenza con le barche che hanno dovuto riprendere posizione. Titolo di campione del mondo, quindi, all’equipaggio del CC Saturnia, allenato da Spartaco Barbo, che ha vinto con l’equipaggio formato da Lorenzo Tedesco, Federico Duchich, Simone Ferrarese, Alessandro Mansutti e Stefano Gioia al timone, davanti a Russia1 (Cska Vmf Lokomotiv Byrevestnik), argento e alla Francia1 (Chablais Aviron Thonon), bronzo.
Argento, infine, per Simone Martini, atleta della SC Padova, che dopo una gara serrata e avvincente, con onde che sovrastavano l’imbarcazione, si è piegato solo allo spagnolo Lars Gumprecht, del Real Club Nautico Torrevieja, che ha vinto il titolo mondiale. Terzo posto, invece, per Peter Berg di Svezia1. Una gara, quella di Martini, che poteva avere un altro epilogo poiché l’atleta aveva la medaglia d’oro in pugno, ma ha chiuso al secondo posto per essere stato ostacolato durante la corsa sulla spiaggia ed ha commentato così il suo risultato: “Io non sono un corridore, sono un vogatore, è stato davvero affollato il traguardo perché era in arrivo anche il doppio femminile, quindi non è stato facile entrare nell’imbuto che portava al traguardo. Ho comunque perso un oro, ma ho vinto una medaglia, quindi sono felice lo stesso”. Ai piedi del podio, quarto, il doppio femminile della Lega Navale Sestri Levante, formato da Carola Maccà e Marina Chiodaroli, che ha chiuso la finale dietro a Russia 1 (Strela Cska Vmf Dynamo) oro, a Francia1 (Societe Nautique De Lagny) argento e Germania1 (Koelner Ruderverein 1877).

I RISULTATI DELLE FINALI QUATTRO DI COPPIA MASCHILE: 1. Italia1-CC Saturnia (Lorenzo Tedesco, Federico Duchich, Simone Ferrarese, Alessandro Mansutti, Stefano Gioia- timoniere) 25:24, 2. Russia1 (Cska Vmf Lokomotiv Byrevestnik) 25:51, 3. Francia1 (Chablais Aviron Thonon) 26:04. 10. Italia3-SC Luino (Luca Porrini, Luca Manzo, Gianluca Zonca , Paolo Zanini, Augusta Spozio -timoniere) 27:59. 16. Italia2-SC Elpis (Jacopo Protano, Tiziano Vezzi, Cesare Gabbia, Davide Mumolo, Marina Plos-timoniere) non ha terminato la gara DNF
SINGOLO MASCHILE: 1. Spagna4 (Real Club Nautico Torrevieja) 30:55, 2. Italia1-SC Padova (Simone Martini) 30:56, 3. Svezia1 (Helsingborg RK) 31:05, 6. Italia2-Rowing Club San Michele (Marco Fabbi) 31:20, 13° Italia3-SC Adria 1877 (Pietro Milos) che col tempo di 31.07 era arrivato quarto ma con i due minuti di penalità accumulati è finito 13° col tempo finale di 33.07
DOPPIO FEMMINILE: 1. Russia1 (Strela Cska Vmf Dynamo) 30:48, 2. Francia1 (Societe Nautique De Lagny) 31:13. 3. Germania1 (Koelner Ruderverein 1877) 32:03, 4. Italia2-Lega Navale Italiana Sestri Levante (Carola Maccà, Marina Chiodaroli), 32:56. 6. Italia1-Rowing Club San Michele (Chiara Maddalo, Daria Franzetti) 34:27
DOPPIO MASCHILE: 1. Italia1-Canottieri Santo Stefano al Mare (Francesco e Federico Garibaldi), 2. Grecia1 (Omilos Filon Thalassis), 3. Italia5-Marina Mercantile Nazario Sauro (Andrea Milos, Stefano Donat), 5. Italia2-CC Saturnia (Federico Parma, Niccolò Forcellini)

[email protected]
(foto http://www.canottaggio.org)