BRESCIA – Neto e compagni hanno vissuto gioie e dolori nelle ultime stagioni. Inevitabile il paragone della delusione odierna con quella dell’uscita di scena in finale playoff, lo scorso anno, e in semifinale, due anni fa: “Anche questa è stata una delusione cocente – le parole del capitano -. Purtroppo non è andata come ci aspettavamo, noi ci credevamo. Siamo un po’ scioccati perché abbiamo buttato via un anno. La partita si era anche messa bene, perché nel primo tempo abbiamo fatto una buona prestazione, dopo il primo gol ci siamo persi e siamo stati incapaci di reagire, da capitano fa ancora più male”. Neto manda un messaggio ai tifosi: “Li ringrazio a nome di tutta la squadra e dico loro che noi abbiamo fatto di tutto e ci siamo impegnati per raggiungere il nostro sogno. E non dobbiamo dimenticare che ci rivediamo il prossimo anno ancora in B e questo è un aspetto da sottolineare. Dobbiamo alzare la testa e guardare al futuro, ad un altro campionato ancora nella cadetteria”.
È dura l’analisi di un altro veterano, Daniele Corti, profondamente deluso e arrabbiato: “Siamo stati durante tutta la stagione ai playoff e all’ultimo ce la siamo fatta sfuggire. C’è tanta amarezza. Ci dispiace, ma adesso sarà contento chi ha scritto che eravamo già in vacanza”.
E a proposito di vacanza, curioso siparietto nella “mix zone” del “Rigamonti tra Angelo Rea e Andrea Caracciolo che se le sono “date” durante la partita e non se le sono mandate a dire. L’airone, uscendo, ha salutato Rea con un “domani vai pure al mare… buona vacanza”.

LA PARTITA
LE PAGELLE
I COMMENTI DI ROSATI E AGOSTINELLI

e.c. ([email protected]