La prossima avversaria sulla strada della Cimberio sarà la Sutor Montegranaro. I marchigiani giungono al PalaWhirlpool con 20 punti in classifica frutto di dieci vittorie di cui l’ultima agguantata contro Biella con il punteggio di 86-73. Top scorer della Sutor il play Di Bella autore di 17 punti. Bene anche la guardia italiana Daniele Cinciarini e l’ala/centro Luca Campani.
Ad inizio stagione la Sutor ha ridimensionato budget ed ambizioni puntando forte su coach Charlie Recalcati. Unici giocatori confermati il playmaker Fabio Di Bella ed il lungo Valerio Mazzola. Il ruolo di “prima punta offensiva” tocca a Daniele Cinciarini che attualmente viaggia a più di 15 punti a partita, mentre la mente della squadra viene condivisa tra la duttile ala Tamar Slay ed il playmaker Fabio Di Bella (7.2 punti e 3.3 assist) che, dopo un inizio complicato, ha trovato continuità. Altro elemento di valore è Christian Burns (14.7 punti e 7 rimbalzi). Ala forte con mani educate che può spostarsi anche in posizione di centro. Sotto canestro completano il roster il lettone Rolands Freimanis, giunto nelle Marche in sostituzione di Andrews, e Valerio Amoroso che ha fatto ritorno alla Sutor dopo la brevissima parentesi pesarese.
Lo starting five di Montegranaro prevede il playmaker Fabio Di Bella, Daniele Cinciarini al suo fianco come guardia, le ali Tamar Slay (anche se spesso gli viene preferita la guardia Kyle Johnson) e Christian Burns ed il centro Rolands Freimanis. In uscita dalla panchina la vitalità di Lorenzo Panzini e l’esperienza di Valerio Amoroso che, molto probabilmente, avrà a disposizione molti minuti. Valerio Mazzola cambierà il 4 ed il 5, mentre il britannico Kyle Johnson darà minuti sia in guardia che in ala piccola.
Il giocatore più rappresentativo della Sutor è sicuramente Tamar Slay. Ala piccola di 204 cm per 104 kg. Dopo quattro anni a Marshall viene selezionato al secondo giro del Draft NBA del 2002 dai New Jersey Nets con cui gioca due stagioni prima di passare agli Charlotte Bobcats. Complice una serie di problemi fisici lascia il mondo NBA approdando in Israele. Nel 2007-2008 gioca una splendida stagione a Capo d’Orlando (16.4 punti di media) che gli apre le porte dell’Eurolega disputata la stagione seguente con Avellino. Con gli irpini però scenderà sul parquet solamente in otto gare di campionato passando così la stagione seguente in Legadue mettendosi in mostra nuovamente con le maglie di Pistoia e Venezia. Lo scorso anno ha messo a referto 11.1 punti con la divisa orogranata, mentre in questa stagione viaggia a 10.2 punti e 3.5 rimbalzi. Slay può giostrare sia da ala piccola che da ala forte. Questa soluzione sarà molto probabilmente sfruttata da Recalcati per contrastare l’atletismo di Polonara e per variare il gioco della Sutor.

[email protected]