Ricco parterre di autorità, presenze sportive ed istituzionali, per il via ai festeggiamenti per i primi 125 anni di vita della Canottieri Luino. Al Centro Sportivo “Le Betulle”, sabato, il Presidente Luigi Manzo ha ringraziato tutti gli ospiti per la vicinanza al suo sodalizio ed aperto la serata mostrando lo storico gagliardetto immortalato nella foto di gruppo di giovani vogatori del 20 settembre 1890.
Attività giovanile, amatoriale ed agonistica, scuole e campi estivi, coastal rowing, Palio in Divisa: questo il percorso del video promozionale che ha tratteggiato l’intensa stagione 2012. “Il comune denominatore di tutti i componenti della Canottieri Luino è il grande lavoro di squadra al servizio del territorio – ha dichiarato Manzo – Sono orgoglioso dello straordinario impegno dei nostri volontari profuso per avvicinare alla Società un numero importante di famiglie e di giovani”.
Nella sua mission, la Canottieri Luino pone sempre la promozione scolastica al centro dell’attenzione e ciò, sabato sera, è stato testimoniato dagli interventi dei dirigenti scolastici: Natale Bevacqua (vicepresidente ISIS Luino) e Marco Colucci hanno rimarcato lo straordinario connubio tra scuola e sport, capace di offrire a tanti ragazzi l’opportunità di praticare una disciplina dall’alto valore formativo. Anche nel 2013, verrà riproposto il campo estivo “Giocalago”, anello di congiunzione tra i mondi sportivo e scolastico, alla luce del grande successo ottenuto nel 2012.
Il Presidente della Provincia di Varese Dario Galli ha sottolineato la capacità e la dedizione che contraddistinguono il Presidente Manzo, anche nella veste di responsabile delle risorse umane per il Comitato degli Eventi Internazionali di Varese, e della società luinese nell’attività svolta a favore del canottaggio, in piena sinergia con le strategie sostenute dalla stessa Provincia che, attraverso l’organizzazione di grandi eventi internazionali come gli Europei 2012 e la World Rowing Master Regatta, mira a fare del territorio varesino la culla del grande canottaggio.
A dare il suo personale in bocca al lupo al sodalizio gialloblu ed a fare i suoi auguri per lo speciale compleanno, è intervenuta anche la vicecampionessa europea (azzurra a Londra 2012) e neo consigliere federale Sara Bertolasi. 
Il vicesindaco di Luino, Franco Compagnoni, ha espresso l’orgoglio del Comune per la vitalità espressa da una delle più anziane associazioni del Luinese .
Il Sindaco di Lavena Ponte Tresa, Pietro Roncoroni, ha poi suggellato gli strettissimi rapporti con la Canottieri ed ha mantenuto viva la speranza di poter creare in futuro un Centro remiero che rappresenti un riferimento ed un eccellenza per tutto il Ceresio tenendo presente che la squadra agonistica si allena, appunto, sul lago di Lugano. Applausi anche dal Direttore dell’Agenzia del Turismo, Paola Della Chiesa, che ha rimarcato la stretta collaborazione con Luigi Manzo e la comune idea, realizzata, di esporre all’aeroporto di Malpensa, da marzo a settembre, l’imbarcazione Lupus (skiff interamente in legno della fine degli anni sessanta) quale “welcome boat” per la regata mondiale riservata alla categoria Master.
Parole di apprezzamento e di augurio per un 2013 scoppiettante sono state, inoltre, formulate da Paolo Gianoglio, Direttore Generale ICIM (main sponsor della Canottieri Luino), dal Presidente FIC Lombardia Giorgio Bianchi e dal delegato provinciale CONI Stefano Ferraio.
Nel corso della serata, Francesco Leugio, Presidente della sezione luinese dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia, ha consegnato un defibrillatore alla Canottieri Luino, acquisto reso possibile grazie alla volontaria tassazione di ciascun socio ed alla collaborazione del Rotary Club Laveno Luino Alto Verbano, rappresentato da Paolo Broido, che ha curato e finanziato la formazione del personale per l’utilizzo dello strumento. La consegna è avvenuta alla presenza del Responsabile di AREU Lombardia Guido Garzena.
E’ stato presentato ufficialmente il progetto “La Barcadel Sorriso”, che porterà a Luino un quattro di coppia totalmente finanziato dal Rotary Club Laveno Luino Alto Verbano. Un progetto finalizzato a contribuire al benessere della persona diversamente abile mediante la pratica sportiva, favorendone l’integrazione sociale attraverso un’accurata programmazione delle attività ed un’attenta analisi delle problematiche. il Presidente Augusto Lovati ed il Vice Presidente Paolo Buonfino hanno ricordato la vicinanza del loro Rotary, nato esattamente 108 anni fa (il 23 febbraio la ricorrenza) ai bisogni del Territorio.

[email protected]