Da qualche ora Andrea Agostinelli è il nuovo allenatore del Varese: nato ad Ancona nel 1957, è stato un centrocampista cresciuto nelle giovanili della Lazio, società con la quale ha debuttato tra i professionisti nel 1975. Da giocatore, ha militato, tra le altre squadre, nel Napoli (1979-80), nell’Atalanta (1982-85) e nel Mantova (1988-90).
Nel 1994 ha esordito nel ruolo di allenatore sulla panchina del Latina, in serie D. Nella stagione successiva passa all’Astrea dove rimane per due stagioni, la prima conclusasi con la retrocessione in serie D, la seconda in cui ottiene la promozione in C2 e la Coppa Italia Dilettanti. Dopo aver allenato il Mantova in C2, nel 1998-1999 conquista una storica promozione in Serie B con la Pistoiese e l’anno successivo mantiene la categoria con i toscani, nonostante i 4 punti di penalizzazione iniziali. Nel 2000 è alla Ternana, dove allena per due stagioni in serie B e sfiora nel 2000-2001 la promozione in serie A; la stagione seguente, però, un avvio negativo gli costa la panchina.
Nel 2002-2003 arriva l’esordio in serie A alla guida del Piacenza, ma è esonerato al termine del campionato, chiuso con la retrocessione. La sua carriera di allenatore continua a Napoli e a Crotone in serie B, senza fortuna: due gli esoneri in queste piazze. Nel febbraio 2006 subentra a Vittorio Russo alla guida della Triestina: l’avventura con gli alabardati si conclude nel febbraio successivo con l’esonero, esonero che arriva anche l’anno seguente a Salerno (C1).
Dopo due anni di inattività, nel dicembre 2010 torna in panchina in qualità di tecnico del Portogruaro, ma non riesce a salvare la squadra veneta dalla retrocessione in C1. E da oggi è ufficialmente il nuovo tecnico del Varese che sarà presentato alla stampa alle 17.30.

[email protected]