I Blue Storms di coach Ganci sono arrivati sul campo di Vedano Olona per affrontare gli Skorpions tesi e consci di dover affrontare una partita importante come il derby. I confronti delle ultime stagioni non avevano arriso alla compagine di Busto Arsizio, sempre uscita sconfitta, e la tensione domenica prima del match era molta. Forse proprio l’emozione accumulata ha giocato un brutto scherzo alla compagine ospite che, nei primi due quarti di gioco, ha faticato a contenere le giocate dei varesini che, infatti, vanno a segno per primi. Nella ripresa, rimescolate le carte, ha inizio la rimonta: la linea di attacco si fa via via più solida, concedendo larghi spazi ottimamente sfruttati sia dai runninback che dai ricevitori (alla fine sono 248 le yard totali conquistate dall’attacco e ben 4 i TD messi a segno per un totale di 89 nelle due gare giocate fino a questo punto della stagione). I Blue Storm, ingranata la giusta marcia, hanno saputo mantenere il vantaggio fino al 25-36 finale.
Non può essere che soddisfatto della reazione dei suoi coach Ganci: “A metà terzo quarto gli Skorpions erano avanti 25-14, ma, proprio nel momento peggiore dell’incontro, i ragazzi hanno tirato fuori tutto quello che avevano per fermare il loro attacco e segnare tre touchdown consecutivi, che ci hanno permessi di uscire vittoriosi dall’ostico campo di Vedano Olona. Così come contro gli Hammers, non ci siamo fatti scoraggiare dallo svantaggio e abbiamo giocato fino al fischio finale, ma dobbiamo migliorare molto perché non sempre le rimonte riescono”. Un plauso va al giovanissimo Christian Sottura: “Non ha neanche 17 anni ed era un po’ acciaccato, ma è stato il difensore che ha impedito agli Skorpions di chiudere un down all’inizio del 3° quarto di gioco, facendo terminare per la prima volta il loro drive con un punto; credo che prima di allora gli Skorpions avessero segnato ad ogni drive: è stato il momento dove la difesa ha ricominciato ad avere fiducia., la vera svolta della partita” spiega Fabio Parma, coach del reparto difensivo dei Blue Storms, insieme a Massimo D’Alessandra (“ex” di lusso degli Skorpions Varese e visibilmente commosso a fine partita) e Roberto Lorenzetti. Questi ultimi sono solo una parte del coaching staff bustocco, capace di plasmare in pochi mesi una squadra che appare sempre più convinta della propria forza e che cresce di settimana in settimana sia nei numeri che nell’entusiasmo.

I marcatori per i Blue Storms:
Marco Rolando (pass)
Umberto Maj (corsa)
(+ 2 punti Nicolò Zanforlin)
Davide Zulian (kick off return)
(+ 2 punti Andrea Terramocci)
Nicolò Zanforlin (quarterback sneak)
Alessandro Di Lorenzo (+ 2 punti pass di Nicolò Zanforlin a Marco Ferrari)

[email protected]
(foto di Gianluca Capedri)