Week end altoatesino tutto sommato positivo per i Wild Boars Varese che tornano a casa con tre punti fondamentali per il morale e la classifica dopo l’incredibile vittoria contro Algund e la netta sconfitta contro Vipiteno.
Nel match di sabato sera contro Vipiteno i varesini pagano un secondo periodo disastroso e subiscono una severa sconfitta per 12-2. Troppo forti i padroni di casa che, dopo aver subito un buon avvio dei ragazzi di Ceccutto, prendono il largo e vincono in scioltezza. I gol di Varese sono stati siglati da Prandi e Ghislanzoni.
Nel match di domenica, vero e proprio spareggio “salvezza”, i “cinghiali” espugnano il parquet di Lagundo con un finale thriller. Dopo una fase di studio iniziale i padroni di casa passano con Nussbaumer ma dopo un solo minuto Tieppo pareggia. Molinari porta in vantaggio i Wild Boars prima che Knoll a trenta secondi dal termine del primo periodo ristabilisca la parità. Il secondo periodo è scoppiettante. Schoetter riporta in vantaggio Algund ma ancora Molinari (ben assistito da Capitani) risponde. Parisi con un tiro all’incrocio da cineteca ridà il vantaggio ai “cinghiali” e Tieppo su punizione allunga ancora per i rossoneri. Il match sembra mettersi ancora meglio quando i Wild Boars ottengono un power play. In box play però Algund trova il gol del 4-5 con Unghericht e sul finire di tempo è ancora Nussbaumer a siglare il 5-5. Ad inizio terzo periodo una splendida azione Capitani-Tieppo-Ghislanzoni porta quest’ultimo a siglare il vantaggio varesino. I rossoneri dominano ma sprecano troppo. Molinari si mangia un paio di gol clamorosi e il portiere di casa si esalta in varie occasioni. Così un rimpallo fortuito permette a Unghericht di pareggiare a sei minuti dal termine. A quaranta secondi dal termine Molinari viene steso in contropiede e gli arbitri fischiano un rigore. Lo stesso capitano varesino si incarica della battuta ma la conclusione è troppo lenta e il portiere intercetta. Sembra finita ma all’ultimo respiro Prandi ben assistito da Fasolo coglie il clamoroso jolly. Il cronometro segna sette decimi di secondo dal termine! Varese esulta per tre punti fondamentali per la classifica.
Da segnalare l’ottima prestazione di Capitani che ha lottato su ogni pallina. Bene anche Floridi in porta. Il ritorno di Tieppo ha dato maggiore pericolosità offensiva. Da rivedere l’atteggiamento difensivo sulle punizioni: tre gol sono arrivati da posizionamento sbagliato della barriera sui tiri da fermo. In classifica i Wild Boars si attestano in ottava posizione superando Serenissima Padova.
Il prossimo appuntamento sarà in casa il 10 febbraio contro i Viking Roma.

ASV Vipiteno Sterzing – Wild Boars Varese 12-2 (2-0, 7-1, 3-1)
ASC Algund-Wild Boars Varese 6-7 (2-2, 3-3, 1-2)

[email protected]