“Squadra sotto osservazione, basta errori”. Il messaggio dalla dirigenza dell’Union Villa Cassano ai propri giocatori dopo la sconfitta interna (4-1) con il Vigevano di venerdì è chiaro. Il tempo stringe, mancano sette partite  alla fine del campionato e per il direttore sportivo dell’Union, Maurizio Palazzi, «devono essere affrontate non solo come le partite della vita perché c’è in gioco il lavoro di un anno intero, anzi di due, contando la promozione dell’anno scorso». Palazzi, portavoce del pensiero della società, applaude i ragazzi per «l’impegno e il sacrificio mostrato in questi mesi» ma per il rush finale avvisa i suoi: «Ormai i giocatori dovrebbero aver capito che siamo in Eccellenza dove ogni minimo errore lo paghi con il prezzo più alto. E noi purtroppo continuiamo a farci male da soli. Basta. Basta errori stupidi. Basta cali di tensione. E’ assurdo giocare in 10 per 80’ come con il Vigevano per una stupida espulsione per doppia ammonizione..».
La società è convinta che la squadra possa rimanere in categoria a patto di «smetterla di regalare gol, punti e partite agli avversari – continua Palazzi, che poi vorrebbe vedere – più carisma, più determinazione e più ottimismo da quelli che reputiamo i leader dello spogliatoio. Sono loro che devono avere il coltello tra i denti in allenamento, nelle riunioni, in campo, in ogni secondo della vita di squadra». Il d.s. poi chiude con un avvertimento: «La squadra è sotto osservazione, vogliamo restare in categoria». Chi ha orecchie per intendere..

[email protected]