C’era il pubblico delle grandi occasioni ieri sera per la partita di semifinale di Coppa Italia Promozione tra Caprino ed Union Cairate.
La compagine di mister Curatolo, unica superstite varesotta della competizione, aveva voglia di riscattare la sconfitta di misura contro il Gavirate nell’ultimo turno di campionato anche se si è ritrovata a fare i conti con la consueta mancanza di cattiveria sotto porta e la sfortuna.
Dopo un primo tempo con poche emozioni (unici sussulti di Magenis da una parte e Sibio dall’altra), la gara si è sviluppata soprattutto nella ripresa dove nel corso dei primi 10 minuti i grigiorossi hanno sfiorato il vantaggio in almeno tre occasioni grazie alle due conclusioni di Calandrino e al diagonale di Borilli bloccato bene da Panzeri.
Nel momento migliore degli ospiti, arriva la beffa al 14′: Gavazzi calcia una punizione dalla destra, Magenis interviene prima di tutti ma indirizzando la palla nella propria rete. Sterile la reazione di Chianese e compagni che al 35′ subiscono il raddoppio ad opera di Kouame grazie ad un tiro bloccato da Praticò, secondo la terna, quando ormai la palla aveva già varcato la linea di porta.
Non tutto è perduto, però, per L’Union Cairate che mercoledì 17 aprile alle 15:30 avrà la possibilità di ribaltare il risultato in occasione della gara di ritorno.

Caprino-Union Cairate: 2-0 (0-0)
CAPRINO: Panzeri, Magni N. (dal 47′ st Colombo), Cannella (dal 15′ st Bara); Giussani, Gambirasio, Tami; Conti (dal 48′ st Magni C.), Sibio, Pesenti, Gavazzi, Kouame. A disposizione: Rossi, Pozzoni, Ghezzi, N’Dri. Allenatore: Gavazzeni.
UNION CAIRATE: Praticò, Chinchio, De Dionigi; Del Moro, Chianese, Terzi; Mireku (dal 1′ st Borilli), F. Curatolo, Calandrino, Magenis, Bigioni (dal 13′ st Grimaldi). A disposizione: Castiglioni, Dell’Aera, Fameli, Gabriele, Pavan. Allenatore: Pasquale Curatolo.
Arbitro: Marelli di Monza (Marra di Monza e Shldarh di Seregno).
Marcatori: autogol di Magenis (UC) al 14′ st, Kouame (CA) al 35′ st.

[email protected]