Questa mattina, presso il Terminal 1 dell’Aeroporto di Malpensa, si è tenuta una delle prime tappe di avvicinamento ai Mondiali Masters di canottaggio, in programma dal 5 all’8 settembre prossimi alla Schiranna. L’Agenzia del turismo della Provincia di Varese, grazie alla disponibilità di Sea, ha creato, allestito e oggi aperto al pubblico uno spazio dedicato alla promozione del territorio e dell’importante appuntamento remiero. Testimonial particolare dei Mondiali è Lupus, un’imbarcazione storica (un singolo olimpico degli anni Sessanta) messa a disposizione dalla Canottieri Luino, completamente in legno e plasmata dall’abilità dei maestri d’ascia, che ha suscitato grande curiosità nei passeggeri in transito. All’inaugurazione erano presenti Dario Galli, alla sua prima uscita ufficiale da Commissario della Provincia di Varese e Presidente dell’Agenzia del turismo, Paola Della Chiesa, Direttore dell’Agenzia del turismo, Roberto Borgo, Serafino Perego e Alessandro Locarno di Sea e Sara Bertolasi, consigliera federale.
La prima a prendere la parola è Paola Dalla Chiesa: «Questa è una delle tante iniziative realizzate in collaborazione con Sea per la promozione del territorio – ha dichiarato il Direttore dell’Agenzia –. Questo spazio vuole dare il primo benvenuto nella nostra provincia, richiamando i prossimi Mondiali Master di canottaggio della Schiranna, il grande appuntamento di Expo che coinvolgerà il Varesotto, ma anche tutte le nostre peculiarità turistiche a chi atterra nello scalo. Qui c’è anche l’ufficio di rappresentanza della Provincia, un’area preziosa per fornire informazioni utili, aiutare l’accoglienza di chi arriva ed essere anche al contempo un volano emozionale».
«E’ questo uno dei primi appuntamenti in cui si inizia a parlare del grande evento remiero del prossimo settembre – ha dichiarato Galli – Ma questo spazio ha una sua importanza per tutto ciò che attiene la promozione del nostro territorio ora e anche in ottica Expo. Varese per posizione logistica sarà coinvolta dall’appuntamento planetario, poiché lo scalo è sul territorio provinciale del Varesotto. Ciò significa che da ora si dovrà lavorare per cogliere al meglio tutte le opportunità che si verranno a creare e quindi promuovere ciò che di bello abbiamo a livello ambientale, paesaggistico, culturale, sportivo, enogastronomico».
A ribadire l’importanza di avere una “finestra” territoriale aperta sul mondo è stato Serafino Perego, responsabile Expo di Sea: «Nel 1998 abbiamo aperto l’ufficio di rappresentanza della Provincia di Varese e nel tempo abbiamo organizzato molte iniziative con l’ente, qui all’aeroporto. Malpensa è un polo di interscambio sia a livello di mezzi di comunicazione che di uomini e culture e questo spazio offre da sempre l’opportunità di aprire contatti con il mondo e il futuro». E, mentre Sara Bertolasi ha ricordato le grandi emozioni dei Campionati Europei, certa che «anche i Master regaleranno sensazioni indimenticabili», Luigi Manzo (in foto) della Canottieri Luino ha spiegato con orgoglio cosa rappresenta Lupus per il sodalizio remiero del Verbano e per il mondo del canottaggio in generale: «La nostra canottieri ha 125 anni di storia alle spalle ed è tra le più antiche in Italia e la prima ad essere nata in provincia di Varese. Questa imbarcazione, che ha smesso di gareggiare alla fine degli anni Settanta, è realizzata completamente in legno e non ha nemmeno un chiodo conficcato a far da collante. E’ il prodotto, oggi testimonianza storica preziosa, di come un tempo si costruivano le imbarcazioni per il canottaggio».

[email protected]