All’indomani della vittoria esaltante nel derby contro Milano, i giocatori della Cimberio hanno trascorso una mattinata sui banchi di scuola.
Bruno Cerella si è dedicato alla promozione di Slums Dunk, il progetto che la guardia italo-argentina porta avanti da tempo per diffondere la pallacanestro in Kenia e in Zambia con lo scopo di dare un’alternativa di sport a ragazzi che vivono negli slums, vale a dire le baraccopoli che si trovano nelle periferie di Nairobi e Lusaka, le capitali dei due stati.
Accompagnato da Julian, giovane tecnico di colore educato al basket assieme a tanti altri compagni proprio grazie al progetto benefico della guardia della Cimberio, ha fatto visita all’ISISS Francesco Daverio di Varese spiegando che ogni anno Slums Dunk organizza due camp in Africa per reclutare i giovani delle baraccopoli per avvicinarli così alla pallacanestro che diventa strumento di aggregazione e di crescita civile in un territorio dove sopravvivere è già di per sé difficile.
Per quel che riguarda il progetto “Basket: una scuola di vita”, questa mattina è stato il turno di Andrea De Nicolao che ha fatto visita alla scuola primaria Pascoli di Comerio. Il playmaker biancorosso ha risposto alle tantissime domande dei bambini che al termine dell’incontro hanno ricevuto il poster della squadra autografato dal regista della Cimberio.
La prossima tappa del progetto è in programma il giorno 29 aprile alla scuola primaria di Casciago.

[email protected]