Oltre 200 ragazzi dell’Istituto Comprensivo Alessandro Manzoni di Uboldo hanno festeggiato Janar Talts, Bruno Cerella e Nicola Bertoglio nell’ambito del progetto “Basket: una scuola di vita”. Grande successo per l’inizativa targata Pallacanestro Varese. I tre giocatori, dopo una breve presentazione, hanno risposto alle domande e alle curiosità  dei ragazzi: la professione di giocatore, l’alimentazione e le dinamiche di un gruppo gli argomenti più gettonati.
Tra i numerosi argomenti affrontati i tre biancorossi hanno raccomandato ai ragazzi di non trascurare mai lo studio, sostenendo che è possibile anche per chi ha fatto del basket una professione conciliare i libri con allenamenti, partite e trasferte. E proprio il giovane Nicola Bertoglio è l’esempio di come la cosa sia possibile: la guardia di Gallarate studia infatti medicina e quando va in trasferta viaggia con i libri per restare alla pari con gli studi.
L’incontro di Uboldo si è concluso con l’immancabile foto di gruppo con i tre giocatori simpaticamente mescolati fra gli studenti. Il prossimo incontro di “Basket: una scuola di vita” è in programma lunedì 11 marzo alla scuola primaria di Malgesso.

[email protected]