Weekend sfortunato per Andrea Crugnola che nella quinta prova speciale del Rally del Taro è stato costretto al ritiro per un improvviso spegnimento del motore.
Grande dispiacere per il pilota di Calcinate del Pesce che su Renault Clio R3 e navigato dal fido Michele Ferrara si stava ben comportando tanto da occupare la prima posizione di gruppo e di classe che erano valsi il decimo posto della classifica assoluta.
“Dispiace molto -ha affermato il pilota (candidato come possibile vincitore della seconda edizione del Premio Varesesport, ndr)- Tenevamo particolarmente a fare bene perché volevamo iniziare questo campionato con un ottimo piazzamento. Ma non è andata come volevamo. Rimane comunque la soddisfazione di essere andati bene, finché c’eravamo, in un rally molto impegnativo e difficile, a cui partecipavo per la prima volta, contro una serie di avversari molto competitivi. L’Irc ha confermato tutte le premesse: a ogni livello è e sarà un campionato spettacolare e appassionante”.
Il prossimo appuntamento per Andrea Crugnola sarà il 17 e 18 maggio al Rally dell’Adriatico, corsa in cui, a bordo della Renault Twingo, partirà con l’obiettivo di difendere al meglio il primato nel Campionato italiano Junior.

MG ([email protected])